In diretta a “Punto Nuovo Sport Show“, in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Angelo Maietta, membro della I Sezione del Collegio di Garanzia dello Sport, che è tornato sulla sentenza del Collegio di Garanzia, che ha annullato la vittoria a tavolino per la Juventus e tolto il punto di penalizzazione al Napoli: “Qual è il vulnus che il Collegio ha rilevato? I primi due giudici sportivi si sono spinti oltre, sostenendo che la forza maggiore fosse stata come richiesta dal Napoli. Il Collegio di Garanzia ha rilevato questa aporia, con la circolare del Ministero della Salute che statuiva la condotta da seguire che il Napoli ha seguito. I giudici endofederali non hanno sbagliato i provvedimenti, ma non hanno dato la giusta dimensione ai provvedimenti nell’alveo normativo. Quando si arriva al Collegio di Garanzia, qualsiasi tifoso può stare sereno per la levatura di chi compone il Collegio...”.

Secondo Maietta non è affatto un attacco alla Federazione: “Attacco alla Figc o al protocollo? Le sentenze vanno rispettate, ma il Collegio non ha disapplicato il protocollo della Lega, stabilendo solo un ambito di gerarchia delle fonti. Questo l’hanno stabilito i padri Costituenti, non possiamo mandare al macero 100 anni di norme per assecondare l’opinione pubblica. Non c’è nulla di politico o partigiano, basta leggere le motivazioni della sentenza per capirlo. E’ scritta in maniera talmente semplice che solo chi non vuol capire non capisce…