La scorsa stagione il rapporto tra Spalletti e Mertens ha dato l’impressione di non voler decollare. I due sono apparsi (quasi…) subito inconciliabili dal punto di vista tattico. Creando in seno allo spogliatoio una situazione abbastanza anomala, visto e considerato che un allenatore dell’esperienza di Luciano difficilmente si priverebbe così a cuor leggero di uno come Dries.

Solo a tratti, infatti, al belga è stata concessa l’opportunità di dare alla squadra il suo contributo. Emarginato tra le riserve, Ciro s’è dovuto accontentare di qualche spezzone di gara, per ricordare all’uomo di Certaldo che comunque resta un offensive player d’èlite.

Ai margini del progetto tecnico

Nonostante lo status di Top Player, il tecnico toscano sembra aver scelto la via della progressiva marginalizzazione di Mertens, impiegandolo veramente lo stretto necessario. Sia da trequartista, dietro Osimhen. Che da centravanti, con il compito di muoversi liberamente sull’intero fronte offensivo.

In entrambi i casi, però, le prestazioni del numero 14 in maglia azzurra hanno rimarcato a tifosi e addetti ai lavori quanta qualità sia ancora in grado di esprimere il belga. Pienamente capace di integrarsi nel calcio immaginato da Spalletti per il Napoli.

Un sistema, almeno apparentemente, compatibile per un attaccante sufficientemente poliedrico, da potersi destreggiare negli ultimi sedici metri, oppure lontano dalla porta.

Del resto, solamente un analista superficiale potrebbe affermare che la presenza di Mertens ridimensioni un centravanti ingiocabile come il nigeriano. Davvero immarcabile nell’aggredire alle spalle la linea difensiva.

Nello scenario opposto, quello in cui gli avversari non concedono assolutamente la profondità, la palese abilità di Mertens nel cucire il gioco, rappresentava la scelta ideale per sviluppare una lunga fase di possesso, funzionale poi a creare spazi vitali.    

Nondimeno, Spalletti, pur non essendo affatto un integralista della panchina, ha sempre avuto pochi dubbi nel preferire Zieliński nel ruolo di sottopunta. Derogando dalle sue convinzioni soltanto nel momento in cui ha preso consapevolezza dello scadente stato di forma del polacco a ridosso della fine del campionato.    

Eccezione da fare, sul piano economico

Insomma, nel rapporto tra Mertens e Spalletti, al di là dei presunti equivoci sulla posizione in campo da occupare, contano maggiormente le percezioni, che i fatti o gli atteggiamenti delle parti. Il punto è che l’allenatore ritiene Dries un onere accessorio, invece che la soluzione principale ai problemi che affliggono il Napoli.

Un mero dettaglio a questi livelli, che tuttavia alimenta i pregiudizi maturati sulla permalosità di Spalletti, incapace di gestire serenamente personalità calcisticamente dominanti come Totti o emotivamente ingombranti come Icardi.

Il punto dunque non è Mertens in sé. Ma ciò che si porta dietro: un carico di pressioni e aspettative, che sarebbe complicato disinnescare. Al contempo, non bisogna trascurare come Spalletti nel suo lavoro sappia adattarsi al materiale messogli a disposizione dalla società. Una caratteristica che potrebbe suggerirgli di accettare anche una sorta di compromesso. Magari trasformando il belga da prima scelta a opzione, pronta a uscire dalla panchina e impattare immediatamente sulla partita.

A questo punto, la palla passa alla società. Le schermaglie dialettiche facciano posto alla strategie della proprietà.

Che De Laurentiis sia chiaro, quindi, assumendosi la responsabilità di etichettare Mertens come un costo eccessivo in termini di monte-ingaggi, da tagliare radicalmente. Oppure si affretti a sottolineare pubblicamente a tutti che il belga rappresenta una risorsa, di cui non si può fare a meno tanto facilmente.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI:

Approfondisci la contrapposizione tra Spalletti e Adl sul portiere del futuro

RESTA AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLISEGUICI SUI SOCIAL:

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN: https://www.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2