Luca Toni ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano “Tuttosport”. Tra i vari argomenti toccati dall’ex bomber della Nazionale, Campione del Mondo 2006, anche la questione legata alla cessione di Arkadiusz Milik“Il Napoli ne avrebbe bisogno ed in Supercoppa si è visto chiaramente. Senza Osimhen e con Mertens non al top, il solo Petagna non può bastare…“. 

Toni, che di centravanti se ne intende, essendo stato il primo giocatore italiano a vincere la Scarpa d’Oro, a seguito del titolo di cannoniere della Serie A, nel 2005-06 con la maglia della Fiorentina, si è soffermato poi sulla situazione legata al mancato rinnovo contrattuale del polacco: “Sinceramente non capisco perché in Italia ci sia l’abitudine a mettere ai margini chi non rinnova. Posso dire che queste cose accadono solo nel nostro Paese, fuori le cose vanno in modo molto differente. All’estero, anche chi non prolunga, gioca fino alla fine…”.