Il Napoli non ha tempo di dormire sugli allori in seguito alla travolgente vittoria contro il Cagliari. Scenderà in campo domani contro lo Spezia di Vincenzo Italiano, un avversario da non sottovalutare.

Una tempesta azzurra travolge il Cagliari, vince il Napoli 4-1

Come gioca lo Spezia di Vincenzo Italiano

La neopromossa ha idee molto precise, alcune non ancora assimilate alla perfezione dagli interpreti, anche a causa dei cambi dovuti alla pandemia ed ai diversi infortuni.

Inserimento di Pobega che porta in vantaggio lo Spezia contro il Benevento

I principi di gioco dell’allenatore si basano sul movimento.

In fase di costruzione l’azione nasce dai centrali di difesa, i terzini salgono all’altezza del mediano (normalmente Ricci, sostituito egregiamente da Agoume). Gli esterni stringono al centro del campo mentre le mezzali attaccano gli spazi.

L’obiettivo dello Spezia è riempire l’area di rigore avversaria, questa densità rende i cross dei terzini molto pericolosi.

Lo Spezia di Vincenzo Italiano gioca velocemente e con pochi passaggi

M’Bala Nzola, attaccante francese dello Spezia

La squadra cerca spesso di raggiungere Gyasi o Farias, capaci di creare diversi pericoli nell’ 1 contro 1, con rapide triangolazioni nella zona centrale del campo.

I due avranno in seguito diverse opzioni a loro disposizione. La più pericolosa porta il nome di M’Bala Nzola che, con 7 goal all’attivo, è sicuramente il giocatore chiave dell’attacco.

Il giovane attaccante francese ha dimostrato, con qualche goal di grande caratura, di unire qualità e quantità. Risulta pericoloso sia sulle palle inattive sia nelle azioni manovrate.

In fase di riconquista i calciatori cercano di recuperare velocemente il pallone

Lo Spezia in pressing su Letizia nel match contro il Benevento

Gli aquilotti cercano di riconquistare velocemente il pallone mantenendo alta la squadra, questa è notoriamente un’arma a doppio taglio: recuperare il pallone in zone critiche del campo porta spesso a creare azioni importanti, tuttavia si lasciano inevitabilmente alle spalle spazi che gli avversari possono sfruttare.

Il pressing ha successo e la squadra, dopo aver conquistato palla, si ritrova in superiorità numerica

Alla squadra di Italiano mancano ancora esperienza e maturità, non riesce infatti ad ottenere i risultati che meriterebbe.

Gli aquilotti si presentano al Diego Armando Maradona con 3 sconfitte consecutive ma con tanta voglia di riscattarsi e scalare la classifica (al momento occupano la 18^ posizione).

Ricci e Bastoni (positivi al Coronavirus) e le squalifiche di Chabot ed Estevez sono solo quattro delle dodici assenze dello Spezia. Molto sfortunato sotto questo aspetto.

Cosa deve fare il Napoli per vincere

Lozano, l’acquisto che ha cambiato il Napoli

Il Napoli, che vanta una rosa di qualità certamente superiore, non deve sminuire la pericolosità dell’avversario. Lo Spezia è una squadra rapida e velenosa, pur senza i suoi titolari ha dimostrato a più riprese le sue potenzialità.

Lo spazio è un grande alleato di Hirving Lozano, il giocatore più in forma e pericoloso tra gli uomini di Gattuso. Gli azzurri dovranno costruire dal basso con attenzione e soprattutto velocità nei passaggi, cercando di raggiungere rapidamente Insigne e Zielinski.

Banner 300 x 250 – Co.Tel.Pa. – Post
Banner 300 x 250 – Tecsud – Post