Con tre giovani di qualità approdati recentemente in Azzurro, il Napoli ha messo in vetrina i suoi gioiellini. La maglia dell’Under 21 vestita da Gianluca Gaetano e Alessandro Zanoli, cui si aggiunge l’esordio in Nazionale A di Alessio Zerbin, rappresentano la linea da tenere per programmare un futuro all’avanguardia.

La squadra di Nicolato passeggia in Lussemburgo e vola in vetta al girone di qualificazione all’Europeo di categoria. Gaetano timbra pure il cartellino: al limite dell’area raccoglie letteralmente dalla spazzatura un pallone ingiocabile, e scarica di prima un tracciante che muore all’incrocio dei pali.

Zerbin è entrato in campo contro l’Ungheria all’82’, senza aver giocato nemmeno una volta in Serie A.

Zerbi, Gaetano e Zanoli sono il fuuro

Superfluo sottolineare come il vivaio sia fondamentale per qualsiasi club. Tuttavia, è sempre difficile quantificarne l’efficienza, perché i parametri di valutazione per stimare il valore di un talento in formazione sono assai soggettivi.

Ultimamente, la missione del settore giovanile ha preso una via distorta: vincere anziché plasmare giocatori per il piano di sopra. Questo principio, però, non sembra essere di casa all’ombra del Vesuvio, dove c’è decisamente altro in ballo.

Se si ragiona in termini di giocatori prodotti, nonostante l’endemica carenza di impianti, il focus attentivo rimane quello di mettere basi solide. E costruire poi in altezza. Consentendo così a Zanoli, Gaetano e Zerbin di affacciarsi in Prima Squadra la stagione che verrà. Magari con l’ambizione di rimanere in organico e giocarsi le proprie carte, piuttosto che limitarsi a fare numero il prossimo ritiro estivo. E dopo rifare la valigia, per cercare fortuna altrove.

Troppi pregiudizi sulla cantera napoletana

Le chiacchiere, dunque, stanno a zero. E tanti saluti a chi non ha mai chiuso un occhio sulle lacune strutturali della cantera partenopea. Specialmente quando le cose non andavano per il verso giusto. Facendo fischiare le orecchie a Gianluca Grava, che invece, alle parole, ha preferito far seguire i fatti.

Nonostante una salvezza più complicata del previsto, la Primavera resta uno degli asset principali del vivaio azzurro.

Non tanto perché capace di “nutrire” direttamente l’organico di Spalletti. Oggettivamente inarrivabile nell’immediatezza per molti di loro. Bensì, come strumento atto a creare mentalità da professionista e senso di appartenenza. Sentimenti ed emozioni che spronano a dare il massimo per onorare i colori del Napoli.

Inoltre, dal punto di vista della policy aziendale, produce giocatori in grado di competere a vari livelli della piramide calcistica, non spendibili subito in Serie A. In ogni caso, pronti a maturare proficue esperienze professionali in prestito dalla cadetteria a scendere.   

Adl virtuoso per necessità

Ovviamente, si può fare meglio. Ma non è assolutamente tutto da buttare. Al contrario, la maglia dell’Italia indossata dal terzetto di “napoletani” significa molto. Li obbliga a crescere in fretta, poiché ci vogliono spalle larghe per indossarla senza sentirne eccessivamente il peso.

Urge anche non dimenticare un piccolo particolare. Il Napoli è una realtà con esigenze specifiche, da Top Club, quindi talvolta impossibilitato a premiare i suoi giovani. Eppure adesso intende inseguire un progetto nient’affatto temerario.

In un momento storico dove si chiacchiera tanto sulle riforme, imprescindibili a far ripartire la macchina dell’italico pallone, a causa della stagnazione post pandemia, De Laurentiis vuole diventare un modello virtuoso, in funzione di un calcio maggiormente sostenibile ai massimi livelli.

RESTA AGGIORNATO SUL MERCATO DEL NAPOLI:

Scopri le caratteristiche di Gollini

Approfondisci l’ipotesi Deulofeu

Leggi dell’interessamento per Østigard

SEGUICI SEMPRE SUI PRINCIPALI SOCIAL:

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN: https://www.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w

Banner 300 x 250 – Ds – Post
Banner 300×250 – Messere – Laterale 2