A Radio Punto Nuovo, nel corso di “Punto Nuovo Sport Show”, è intervenuto Paolo Poggi, responsabile area tecnica del Venezia. I Lagunari, neopromossi in Serie A, apriranno la stagione proprio contro il Napoli, nell’impianto di Fuorigrotta. “Quando ho visto che c’era il Napoli alla prima giornata, qualche parolaccia in veneziano è venuta fuori. Poi, è prevalso il piacere di ricominciare il campionato, in uno stadio così prestigioso…”.

A proposito di giocatori in maglia azzurra. Voci di mercato sempre più diffuse accostano al Venezia un paio di giocatori del Napoli. Sull’argomento, Poggi non si tira indietro e parla chiaramente. “Ounas e Luperto sono elementi di qualità, ma non siamo soliti chiedere giocatori in prestito, ma ad acquistarli!“.

L’ex attaccante dell’Udinese dei miracoli, quella allenata da Zaccheroni, con Màrcio Amoroso e Oliver Bierhoff come compagni di prima linea, si sofferma sulle prospettive del Venezia per la prossima stagione. “I numeri dicono che le presenze in A del Venezia non sono così frequenti. Così come dicono anche che nel recente passato in poche neopromosse sopravvivono il primo anno. Vogliamo dare continuità al progetto cominciato lo scorso anno. Abbiamo impostato la campagna acquisti di quest’anno per dare qualcosa al club sia nel presente, che nel futuro. Poi, il campo dirà se avremmo avuto ragione e riusciremo a dimostrare qualcosa anche nel massimo campionato…”.

Per tentare di far bene, a Venezia hanno scelto la via della continuità, in una estate caratterizzata ampiamente da un valzer scatenato sulle panchine della massima serie. Poggi è convinto della bontà di tale decisione. “Riconfermare Zanetti, prolungandogli di altri 4 anni il contratto, è la scelta della continuità. Pensiamo che quest’allenatore abbia le qualità per esprimersi in futuro con un’impronta molto importante. Naturalmente, noi ed anche lui dobbiamo dimostrare assieme che la scelta fatta è corretta. Ma su questo non ho dubbi“.

Banner 300 x 250 – De Luca – Post