Nel corso del consueto appuntamento quotidiano con i protagonisti dell’italico pallone, sulle frequenze di Radio Marte è intervenuto Vittorio Tosto. L’ex terzino sinistro del Napoli (“Lasciai la Serie A per venir a giocare nel Napoli, per un calabrese e quindi meridionale era importante. La Calabria è frequentatissima da tifosi del Napoli e per me è stata una scelta importante. Volevo costruirmi una carriera con il Napoli e giocarmi la A, ma purtroppo non è stato possibile“), una volta appesi gli scarpini al classico chiodo, ha scelto di restare nell’ambiente, ottenendo la qualifica di Direttore Sportivo.

Proprio nella sua nuova vita da dirigente, Tosto ha sposato il progetto della Green Soccer Team. Un’agenzia di procure sportive che si concentra sulla ricerca di nuovi atleti, con l’attività primaria di seguirli ed assisterli durante tutta la loro crescita professionale.

Ho sposato il progetto nel 2010, subito dopo aver smesso di giocare. Ho girato l’Europa in lungo e in largo. Mi piace scoprire giocatori che devono ancora diventare tali. Di Lorenzo è stata una mia scoperta, il passaggio dal Matera all’Empoli è stata una mia intuizione. Gestisco dei ragazzi giovani oltre ad avere 2 centri sportivi con 500 ragazzi. Sto puntando molto sui giovani e alcuni sono di valore. Costruirò e troverò un altro Di Lorenzo...”.

A proposito di terzini di belle speranze. Il Napoli pare che abbia scoperto durante il ritiro di Dimaro un laterale destro dalle grandi prospettive. A tal proposito, così si esprime Tosto.

Zanoli somiglia al primo Christian Maggio, ha una facilità di corsa impressionante. L’ho visto giocare nel Carpi prima che lo prendesse il Napoli. Giovane che ha una gamba importante e la sta mettendo in mostra nel ritiro, il ragazzo è già attenzionato da qualche anno. Senza retorica, ora è il momento di spingere sui ragazzi e accorciare i tempi della maturazione. Nel caso Di Lorenzo non giocasse qualche partita, lui sarebbe l’alternativa perfetta…”.

A proposito di giovani talenti, alla disperata ricerca di un’occasione per dimostrare il loro talento, Tosto fa un altro nome.

Ai giovani bisogna dare mentalità. Gaetano ha già una sessantina di presenze in Serie B, il Napoli sta buttando via dei soldi! Va azzardato e buttato dentro, è un talento. Può fare il percorso di Zola. Non perdi o vinci uno Scudetto se fai giocare un giovane, ma il ragazzo può diventare poi una bandiera e portare prestazioni, punti e soldi nelle casse. All’estero con i giovani ci fanno i milioni e la storia della società. I giovani vanno buttati dentro”.

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2
Banner 300 x 250 – Tecsud – Post