C’era sempre il Genoa di fronte, il 28 Maggio 2017, quando Francesco Totti calco’ per l’ultima volta il terreno dello stadio Olimpico. E c’era sempre Luciano Spalletti sulla panchina della Roma, che non risparmio’ neanche in quella occasione, i suoi schemi tattico/mentali e regalò al grande Capitano solo gli ultimi trentacinque minuti di quel pomeriggio, che diede alla squadra giallorossa la qualificazione in Champions, proprio ai danni del Napoli.

Corsi e ricorsi storici, per l’ultima apparizione di Lorenzo Insigne al Maradona, di fronte ancora una volta i rossoblu e sulla panchina sempre il tecnico toscano, che stavolta avrà il suo capitano titolare e senza polemiche, anzi nell’ultima conferenza stampa, l’allenatore del Napoli, ha sottolineato ancora una volta le qualità tecniche e morali, dello scugnizzo di Frattamaggiore.

Sarà giro di campo al triplice fischio e discorso al pubblico, accompagnato dalla sua famiglia, proprio come il numero 10 di Porta Metronia, cinque anni fa, con la speranza che il tutto possa essere condito da una bella prestazione, nell’ultimo atto in maglia azzurra del numero 24.

Genoa tutt’altro che vittima designata

Di fronte il Genoa si gioca la permanenza in serie A, dopo il pareggio della Salernitana e la rocambolesca vittoria sulla Juventus, gli uomini di Blessin sono tutt’altro che rassegnati. “Pensare solo a noi stessi…”, così il tecnico ligure, che predica compattezza, in una gara per loro difficilissima, in cui per fare risultato, “dovremo superare i nostri limiti...“ .

Saranno 1200 i tifosi genoani al seguito e soprattutto per questo l’allenatore tedesco invita i suoi a dare tutto in campo. Non ci sarà Sturaro ma si spera di recuperarlo per l’ultima partita, per il resto molti nodi di formazione da sciogliere. Sirigu una certezza tra i pali, Criscito confermato dal primo minuto, con Bani che dovrebbe vincere il duello con Vasquez.

Di fianco a Badelj troverà spazio Galdames. Davanti Yeboah si prepara a scalzare Destro e dietro all’azzurrino agiranno Amiri, Melegoni e Portanova, con Gudmundsson pronto ad entrare a gara in corso.

Chiudere in bellezza

La classifica, con la matematica retrocessione del Venezia, dice che con una vittoria il Genoa raggiungerebbe la Salernitana e quindi, si giocherebbe tutto, nell’ultima giornata contro il Bologna al Marassi.

Anche per questo il Maradona sarà nuovamente sold out, sospinto ulteriormente dai tifosi granata che chiedono un aiuto decisivo ai cugini.

Dopo la lunga e pepata conferenza stampa della vigilia, gli uomini di Spalletti sembrano più interessati a terminare al meglio la stagione, con la testa già proiettata sulla prossima.

Infine il saluto al ragazzo di Napoli, merita un epilogo all’altezza, per una domenica che comunque vada, passerà alla storia.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLISEGUICI SUI PRINCIPALI SOCIAL:

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN: https://www.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2