Tra ipotesi di mercato e drastico ridimensionamento delle ambizioni calcistiche, qualora il Napoli dovesse malauguratamente fallire la qualificazione alla prossima Champions League.

Queste in sostanza, le tematiche approfondite dai principali quotidiani sportivi nazionali sulla squadra partenopea.

La Gazzetta dello Sport

Osimhen 2 il ritorno“. Titola la Rosea. Spalletti sembra convinto a convocare per domani il centravanti nigeriano. Destinano inizialmente ad accomodarsi in panchina, con la maschera. Tra scaramanzia e voglia di reinserirlo progressivamente in gruppo, visto e considerato che proprio al Dall’Ara segnò il suo primo gol il trasferta.

Dopo oltre cinquanta giorni dall’intervento dunque, con Osimhen, il Napoli rivede i gol per la Champions. A tal proposito, il chirurgo maxillofacciale che l’ha operato, Giampaolo Tartaro, s’è espresso così sulla Gazzetta: “Le fratture sono già guarite. Si sta rafforzando ma serve tempo. Fra dieci giorni modificheremo la mascherina“.

Sul quotidiano milanese, inoltre, non mancano le notizie di mercato a tinte azzurre. Si ipotizza, infatti, che il Napoli voglia rimpiazzare il partente Insigne con Julian Alvarez del River Plate.

“Gli uomini mercato del Napoli si sono messi in contatto con l’entourage di Alvarez per informarsi sulle cifre dell’affare. Il ventunenne, esploso nell’ultima Superliga, è un’opportunità di mercato con la clausola a 20 milioni di euro comprensiva anche della percentuale del cartellino in mano al giocatore, che chiede 2 milioni di euro a stagione. Il contratto in scadenza a dicembre 2022 consiglia il River di cercare presto un acquirente e pure Alvarez spinge per lasciare subito il Sudamerica: il gioiellino dei Millionarios vuole misurarsi con il calcio europeo e far incassare il club che lo ha cresciuto fin dalle giovanili. La volontà del Napoli sarebbe invece di bloccarlo in vista dell’estate e non è la sola a pensarla così”.

Il Corriere dello Sport

Napoli, missione Champions“, è il titolo dell’articolo firmato da Fabio Mandarini. Gli introiti derivanti dalla partecipazione alla Coppa dalle Grandi Orecchie sono imprescindibili per mantenere il Napoli competitivo rispetto ai Top Club europei, alla luce di un costo per il personale – leggi spese per gli ingaggi – altissimo in rapporto alle entrate depauperate paurosamente dalla crisi post Covid.

Insomma, al di là dei sogni di grandezza dei suoi tifosi, la società continua a volare bassa e mette nel mirino soltanto l’obiettivo quarto posto. Del resto, dopo due mancate qualificazioni, fallire pure quest’anno l’approdo in Champions avrebbe effetti nefasti sul futuro del calcio all’ombra del Vesuvio.

“Un obiettivo fondamentale da blindare e archiviare appena possibile: un ulteriore fallimento, il terzo consecutivo, costerebbe ancor di più in ottica futura, di programmi e mercato. E se in virtù delle nuove linee guida la riduzione del monte-ingaggi è già entrata nel pieno con la cessione di Manolas e l’addio di Insigne, mancare ancora la qualificazione costerebbe un ridimensionamento addirittura drastico”.

Almeno a certi livelli, determinando un radicale ridimensionamento da parte di De Laurentiiis.

Non solo bilanci, ovviamente, sulle pagine del Corriere.

Fabian e Zielinski, regia fantasia e gol“. Titola il pezzo dedicato ai due centrocampisti di qualità che animano la mediana partenopea. Con 5 reti ciascuno in campionato sono secondi solo a Mertens, tra i marcatori azzurri. A Bologna, lo spagnolo dovrebbe riprendersi la maglia da titolare, facendo rifiatare uno tra Lobotka e Demme, che nell’ultimo mese hanno tirato stoicamente la caretta. Sul polacco, invece, Spalletti ha qualche dubbio in più.

Di Lorenzo c’è sempre: è il primo in Europa“. Da inizio stagione, il terzino destro ha già collezionato ben 2550′ nell’arco di 32 presenze totali, comprese le 4 gare con la maglia della Nazionale. Sostanzialmente, il primo dei calciatori europei con il maggior minutaggio.

TuttoSport

Napoli da Tagliafico“. Il quotidiano torinese considera avviatissime le consultazioni tra Giuntoli ed il club di Amsterdam per il laterale sinistro.

Il giocatore va in scadenza nel 2023. La scorsa estate l’Ajax chiedeva non meno di 7-8 milioni per privarsene. Pare che il diesse partenopeo lo voglia addirittura subito. Un affare da aprire e chiudere negli ultimi giorni di finestra invernale e abbia proposto la soluzione del prestito. Una formula non gradita al momento dagli olandesi.

Secondo TuttoSport, la direzione sportiva partenopea continua a guardarsi attorno per scovare un degno sostituto di Ghoulam. Se non dovesse chiudersi per Tagliafico, resta in piedi l’ipotesi Parisi. Che, al contrario, l’Empoli potrebbe pure cedere in prestito.

Nel frattempo, iIl Napoli avrebbe già un accordo con il Lille per Reinildo, ma deve obbligatoriamente procrastinarne l’arrivo a giugno, in quanto il 27enne ha lo status di extracomunitario. Uno slot occupato dall’arrivo di Tuanzebe.

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2
Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2