Le partite extralarge stanno diventando una costante del Mondiale. Si gioca tanto, tantissimo. L’indicazione di Pierluigi Collina, “abbiamo detto a tutti di non stupirsi se vedranno il quarto ufficiale alzare il tabellone elettronico con sopra un numero grande, sei, sette o otto minuti”, è diventata immediatamente legge del campo. E infatti, nelle prime quattro gare di Qatar 2022 si è giocato complessivamente un’ora in più dei novanta minuti regolamentari. Questo il dettaglio: Qatar-Ecuador ha avuto complessivamente 8 minuti di recupero, Inghilterra-Iran addirittura 29, Senegal-Olanda ha visto un mini supplementare di 11 minuti a fine secondo tempo, Usa-Galles è durata in tutto 106 minuti. Tutto era già nelle parole di Collina, presidente della commissione arbitrale Fifa:

“Se vuoi più tempo attivo, dobbiamo essere pronti a vedere questo tipo di tempo aggiuntivo concesso. Pensa a una partita con tre gol segnati. Normalmente un’esultanza dura un minuto, un minuto e mezzo, quindi con tre gol segnati si perdono cinque o sei minuti“.

E così, se non hanno stupito i 3 minuti più 5 di Qatar-Ecuador, calcolati da Orsato, ha stracciato tutti i record Inghilterra-Iran. Primo tempo allungato all’ora di gioco per l’infortunio al portiere persiano Beiranvand, uscito a causa di un violentissimo scontro con un compagno di squadra e rimasto a lungo intontito. L’arbitro brasiliano Claus ha correttamente atteso che il portiere si riprendesse. Queiroz, il ct iraniano, ha mandato a scaldare il secondo portiere. Tutto è durato un’infinità, mentre gli inglesi giochicchiavano tra loro a centrocampo per non raffreddare i muscoli. Inevitabile, dopo tutto questo, un recupero monstre: 16 minuti. E anche la ripresa ha avuto un’appendice di 13 minuti per un infortunio alla testa del difensore inglese Maguire. Il gol su rigore di Taremi per il 6-2 finale è arrivato al 58′ st, di gran lunga il più “tardo” della storia dei Mondiali.

Anche Senegal-Olanda ha avuto un’appendice simile a un tempo supplementare, nel secondo tempo: 11 minuti, conditi dal gol di Klaassen al 54′ per il 2-0 orange. Usa-Galles si è allungata di 16 minuti tra primo e secondo tempo, 12 a fine gara (10+2). In tutto si è giocato un’ora in più, 15 minuti di recupero in media a gara, in ossequio fin troppo rigoroso alla regola 7 del gioco del calcio, quella che norma la durata della partita e il suo eventuale prolungamento. A questo punto converrà, a Collina, dare una regolata ai suoi. C’è un remoto precedente, tuttavia. Italia-Argentina, semifinale di Italia ’90, primo tempo supplementare durato quasi 9 minuti in più dei 15 canonici, con l’arbitro francese Vautraut in bambola totale. Un dilettante, rispetto ai suoi successori di oggi.

fonte: Repubblica

RESTA AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLI, SEGUICI SUI SOCIAL

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli222/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN:https://www.youtube.

com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w 

https://www.persemprenapoli.it

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2