Durante la trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma a Radio Marte, oggi è intervenuto l’opinionista “Idris”.

Si sono toccati vari tasti, alcuni molto caldi e legati alla controversa situazione Coppa d’Africa: “Sono molto tifoso di Koulibaly, non solo come giocatore ma come bravo ragazzo, educato e a modo, fa molto per il sociale anche se nessuno lo sa. Succederà di incontrarci prima o poi.

Bisogna avere rispetto di un popolo e dei giocatori di quelle latitudini. Il vademecum per proteggersi c’è, esistono controlli sistematici e quotidiani, non vedo la loro paura. Questi giocatori sono fondamentali per i vari club. Capisco che ci sia interesse da difendere e la paura che serpeggia. Sicuramente per esempio il Liverpool Senza Salah e Mané avrà un rendimento inferiore. Però quello che non capisco, all’atto della firma dei contratti con i rispettivi giocatori i club sapevano che ogni 2 anni c’è la Coppa d’Africa. Non capisco la paura, per entrare negli stadi bisogna essere vaccinati. Non sussiste la paura atavica dell’Africa. C’è un pregiudizio anche sulla mancanza di vaccini e nei confronti dell’Africa, si pensa che siamo dei lebbrosi.

Si tolgono i giocatori ai club? E chi se ne frega! Se i giocatori non andranno a giocare, tutta l’Africa boicotterà le competizioni. Quante volte Koulibaly è andato a giocare in Nazionale? Non ha mai preso il COVID-19 in questi impegni.

Leggi anche le ultime di Napoli-Spezia

Banner 300 x 250 – De Luca – Post
Banner 300 x 250 – Tecsud – Post