A “Radio Punto Nuovo“, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Rino Foschi, direttore sportivo, soffermandosi sul campionato di Serie A e la Superlega.

“Malgrado la pandemia e le porte chiuse, questo campionato è il più bello degli ultimi anni”

“Quasi tutte le squadre sono migliorate. La vicenda della Superlega non è finita in una bolla di sapone, i club coinvolti sono allo stremo dal punto di vista finanziario e non hanno pensato alle possibili conseguenze”.

“Ci saranno conseguenze per i club coinvolti nella Superlega”

“Ma spero che le sanzioni non colpiscano i tifosi. Nel calcio di oggi non c’è più passione, l’unico pensiero è rivolto all’aspetto economico. I principali artefici della cancellazione della Superlega sono i tifosi. Devono pagare i presidenti e i dirigenti, non loro. In Italia il calcio è un totale fallimento, si pensa unicamente al business e non più alla passione, che andrebbe salvaguardata”.

“La nuova formula della Coppa Italia non mi piace”

E’ un errore aver estromesso le squadre di Serie C e Serie D. Non avrei preso Mourinho, mi sembra un’operazione che strizza l’occhio più alla borsa che al campo. Sebbene Conte abbia vinto lo scudetto, non trovo giusto dare 12 milioni di euro a un allenatore. Un ritorno di Pierpaolo Marino al Napoli? Sarebbe un valore aggiunto per gli azzurri, lo vedrei bene in tandem con Giuntoli. Un mio rientro nel mondo del calcio? Sono ancora ferito per la vicenda vissuta al Palermo nel 2019 e non penso di avere più l’età adatta.”

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2