Ernesto Apuzzo, ex allenatore giovanili del Napoli, ha accettato nostro invito, raccontando da allenatore la sua storia in azzurro, vissuta tr il 2007 fino al 2009 in azzurro, ed anche alcuni aneddoti sulle sue attuali scoperte , tra cui Lorenzo Insigne. Vi riportiamo le dichiarazioni di mister Ernesto Apuzzo, in esclusiva su persemprenapoli.it.

Mister Apuzzo, ci racconta il suo percorso iniziale in azzurro?

“Dalla mia esperienza al Napoli, sono cambiate un’po’ di cose, quando mi ha chiamato Pierpaolo Marino tramite Beppe Santoro, non c’era nulla, e non credo che adesso le cose siano diverse. Non ‘cerano tanti posti dove allenarci, la maggior parte lo facevamo al Kennedy, ed eravamo un’ po’ stretti, poiche’ il Napoli non aveva, e credo anche oggi, una struttura dove ospitarci tutti. Negli anni a seguire siamo stato a Sant’Antimo, Cercola, Palma Campania e poi ho collaborato per un’ po’ anche come osservatore

Ora parliamo dell’ allenatore, nelle difficolta’, cosa ci puo’ dire?

“Non credo sia stata la mia presenza a far si che in quel periodo, nel Napoli, il lavoro sa stato il mgliore, anche perche’ nel tempo si soso susseguiti tanti altri bravi tecnici, il vero problema e che il Napoli dovrebbe crederci di piu’, faccio un’esempio, ha lavorato per il Genoa, ed hanno un ottimo settore giovanile, anche se dopo l’uscita di Preziosi, le cose sono in fase di riorganizzazione, ma hanno comunque un settore giovanile importante. Qui Grava e Caffarelli, ma non avendo una struttura organizzata, molti ragazzi campani decidono di andare nelle squadre del nord, e questo chiaramente e’ un danno per noi.

La sua storia racconta: Sepe, Lorenzo Insigne, Ciano…ed anche Armando Izzo!

Armando Izzo e’ stato un suggerimento di Peppe Santoro, io avevo gli 88, 89,90, Izzo era invece un 92,altro bel giocatore, un prodotto importante del vivaio del Napoli, ma credo che in qualsiasi settore giovanile sarebbe arrivato, perche’ aveva fame di successo, e quando qualche volta gli davo un passaggio per tornare a casa, oppure a Torre del Greco”

Andiamo all’ attualita’, si puo’ vivere con De Laurentiis?

Io dico una cosa, qualsiasi presidente deve essere molto equilibrato nei momenti cruciali, io ricordo sempre quella battuta su Platini’, e 15 gg dopo siamo andati fuori col Dnipro, gol con due metri di fuorigioco! Proprio a dire, siete fuori. Quando si perde ,o si fa tutti , e lo stesso vale quando si vince .Quest’anno io penso che per lp scudetto, almeno 8/9 punti ci sono stati sottratti, Ma questo perche’ il calcio e malato, e’ non passera’ tempo che accadra’ qualche altra cosa che non si potra’ arginare, da qui in avanti. Avevamo pero ‘ un badget per partire, Ma dal rigore non dato di Osimhen, contro il Milan, e giocare tre gare in casa, e fare solo due punti e’ dura! Pero’ il vero obiettivo e stato raggiunto, e dobbiamo essere felici di questo,piangere sul latte versato non serve, siamo in Champions, ora si deve pensar al futuro

Assenze, infortuni e Covid, quanto hanno inciso nella totalita’ della stagione?

In squadra abbiamo almeno 5/6 elementi da cuoi poter ricominciare, anche se , partendo dalla Coppa d’ Africa, infortuni vari, ma troppi, ed il Covid, che sicuramnete ha inciso sul rendimento di alcuni calciatori, basti pensare che con la Juve mancavano 10 titolari, senza dimenticare che almeno 8 punti te li tolgono, perche’ sei il Napoli! Pero’ va anche detto che questi cataclismi non succedono tutti gli anni. Quest’ anno non c’e’ la Coppa d’Africa, e si spera che gli infortuni calino. Se penso al Covid poi, allora e chiaro chje sul rendimento abbia inciso non poco.”

Mister lei ha detto 5/6 elementi, ma visto il momento, chi e’ il numero uno del Napoli del futuro?

“Per me Ospina tutta la vita, perche’ adesso e’ cosi, perche’ ha guadagnato sul campo la titolarita’, ed anche delle problematiche fisiche che accompagnano Meret, l’ errore di Empoli non ‘c entera perche’ ho visto di peggio, se penso poi, al tanto bisfrattato Mario Rui, che per m,e va riconfermato, come lo stesso Di Lorenzo, che quando non c’e stato si e semtita la sua assenza. Poi Angussa, Lobotka, Rrhamani, Jesus, e tanti altri, e se poi rinnovasse Fabian…Forse l’unico del quale mi priverei, perche’ ormai sembra anche carente di stimoli, e Zielinsky, che secondo me e quello che andrebbe sacrificato, perche’ manca propiro nella continuita’.”
Ringrazio Mister Ernesto Apuzzo per questa piacevole ed istruttiva chiacchierata. Buona serata mister

RESTA AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLI, SEGUICI SUI 

SOCIAL

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapo

liYoutube PSN: https://www.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w


Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2
Banner 300 x 250 – De Luca – Post