Si scatena una vera e propria guerra sui diritti ad utilizzare il volto di Diego Armando Maradona. Disputa tra l’ex manager del campione, Stefano Ceci, e gli eredi riconosciuti, ossia i figli tra i quali Diego Armando Maradona Jr. Ne va di mezzo il Napoli, che ora non dovrebbe più utilizzare e vendere la maglia speciale con il volto di Maradona. 

Una sentenza che non colpisce direttamente il calcio Napoli, ma l’ex manager del campione scomparso nel 2020, Stefano Ceci. Fu lui a cedere i diritti per il volto di Diego al club azzurro. Il Napoli produsse una serie di maglie con il viso di Maradona, e da allora è partita una lunga battaglia giudiziaria. il giudice monocratico del Tribunale di Napoli, Paolo Andrea Vassallo (seconda sezione civile), ha negato a Ceci, il legale rappresentante della “Diez Fze” di Dubai, ogni ulteriore utilizzo dell’immagine di Maradona.

 II giudice ha quindi autorizzato Jorge Sebastian Baglietto, amministratore giudiziario della successione dei beni del Pibe, a gestire i diritti di Diego. Baglietto è stato nominato dagli eredi dell’ex calciatore, che avevano denunciato Ceci. Per l’ex manager napoletano è stato disposto anche il sequestro conservativo di tutti i beni e i crediti risalenti a Maradona, per un valore complessivo di 150mila euro. 

La disputa è nata per la produzione delle maglie utilizzate con il viso di Diego. La grafica fu realizzata dall’architetto Giuseppe Klain. La vendita è stata un successo, con ben 6 mila pezzi venduti a un prezzo di 150 euro. Il ricavo lordo è stimato sui 900mila euro lordi. A quanto emerge dalla lettura degli atti, Ceci aveva venduto i diritti al Napoli per l’effige di Diego a una cifra irrisoria, ossia 22.500 euro

Il club azzurro chiarisce la sua posizione: «Il pronunciamento del Tribunale di Napoli si riferisce ad un rapporto tra l’amministratore degli eredi di Maradona e Stefano Ceci con la sua società. Il Napoli è estraneo alla vicenda». Cosi’ Mattia Grassani, legale della Ssc Napoli. «Il Napoli non ha ricevuto ordine di interrompere la vendita di prodotti con il volto di Maradona, l’ordine l’ha ricevuto la società di Ceci, ma il contratto che c’era prima non esiste più». La pensa diversamente Stefano Ceci, che a Radio Kiss Kiss ha spiegato: «C’è un contratto di 5 anni e i diritti d’immagine sono validi. L’ordinanza dice solo che abbiamo svenduto l’immagine di Diego, pertanto si inibisce di fare altri contratti a me e alla mia società».

 I diritti da oggi in poi saranno gestiti da un rappresentante degli eredi: in ballo c’è anche il pullman della squadra col volto di Maradona. Tuttavia, Diego Junior assicura che non ha alcuna voglia di intraprendere una battaglia legale col club azzurro: «Il Tribunale di Napoli dice in maniera chiara che Ceci deve cessare di usare l’immagine di nostro padre. Io non firmerò mai nulla contro il Napoli. 

Se la maggioranza dei miei fratelli deciderà di farlo io per questioni di legge devo accodarmi, ma io non voglio fare nulla contro la Ssc Napoli. Io avviso il club che stavano facendo un errore a trattare con Ceci, ma non fui ascoltato

fonte: Il Roma

RESTA AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLI, SEGUICI SUI SOCIAL

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN:https://www.youtube.

com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w 

https://www.persemprenapoli.it

Banner 300 x 250 – Ds – Post
Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2