A Radio Marte, nel corso della trasmissione “Marte Sport Live”, è intervenuto l’ex allenatore Corrado Orrico.

Questo il suo parere sul Napoli: “Spalletti ha ancora da fare, ha vinto perché ha già un’organizzazione votata al risultato ma per l’estetica c’è da aspettare ancora un po’ di tempo. Non è ancora un Napoli spallettiano…”.

Dalle parole di Orrico traspare la stima nei confronti dell’allenatore del Napoli: “Spalletti è il Mourinho italiano, coglie gli aspetti per portarli dalla sua parte. Sono bombe che gli altri difficilmente potranno controllare. Spalletti però se le cose vanno male si incattivisce e viene fuori la sua parte peggiore. La lite con Allegri? Due pragmatici, fanno punti e risultati, il battibecco non mi ha sorpreso, me l’aspetto, perché Spalletti non le manda a dire...”.

Le considerazioni di Orrico, dopo le prime tre giornate di campionato, sono chiare: “Chi è messa meglio tra le 3 in testa al campionato? La differenza la faranno come sempre i particolari, gli uomini di gran classe che magari risolvono le partite. Sono tutti ambienti totalmente diversi, sia per valore della rosa che per conduzioni. Mi aspetto, alla lunga, il peso della personalità degli allenatori…“.

Come sempre controcorrente, Orrico non considera il Milan una spanna sulle altre: “Milan in vantaggio perché non ha cambiato allenatore? Un’ipotesi, ma non è fondamentale questo aspetto, non serve che l’allenatore sia lì da anni: se guida bene, con personalità e intelligenza, andrà bene. Il Milan era già una squadra forte l’anno scorso, ha possibilità di vincere lo scudetto come lo hanno altre. Ogni squadra ha caratteristiche diverse per poter vincere...”.

Banner 300 x 250 – Tecsud – Post