A Radio Marte, nel corso del consueto appuntamento quotidiano con la trasmissione “Si Gonfia la Rete”, è intervenuto Emanuele Calaiò. L’ex bomber del Napoli, attualmente nei quadri societari della Salernitana, ha parlato innanzitutto di Gennaro Tutino, rientrato alla squadra partenopea, dopo l’anno in prestito proprio ai granata, condito da prestazioni sontuose e ben 13 gol.

E’ potente, ha forza nelle gambe. Secondo me è più un esterno che ha bisogno di campo. Quest’anno ha fatto bene nonostante il gioco di Castori non fosse proprio adatto a lui. A Gennaro la palla bisogna dargliela sui piedi. Come lo vedrei nel Napoli? Lo metterei esterno, come prima punta Osimhen non si discute, sarà l’anno della consacrazione. Dietro vedo meglio Zielinski. Quindi lo vedrei più esterno...”.

La dirigenza della Salernitana non ha tentato neppure di prolungare il prestito di Tutino, impegnata com’era a risolvere le problematiche relative all’iscrizione al campionato attraverso il “trust”. Adesso pare che sulle tracce del talentuoso attaccante ci sia il Parma. Il Napoli chiede non meno di dieci milioni. La controproposta dei ducali è il prestito con obbligo di riscatto, in caso di promozione in serie A. Sull’ipotesi di mandarlo ancora lontano da Castel Volturno, le idee di Calaiò sembrano abbastanza chiare.

Mi sembra giusto che il Napoli rifletta sul tenerlo. Magari non gioca titolare, ma può sempre servire. Sarebbe ora di puntare sui giovani che uno ha in casa. Potrebbe sicuramente puntare su Tutino: lo tieni lì, lo fai crescere e poi lo butti in campo. A Cosenza ha fatto ottime cose, a Salerno ha vinto il campionato. Sarebbe meglio tenerlo in rosa e piano piano inserirlo. Può tornare alla Salernitana? Non lo so se ci sarà la possibilità di spendere cifre importanti. Chiaro che se il Napoli non ci punta, il ragazzo deve andare a giocare. Merita la chance in Serie A. So che il Parma è molto interessato al giocatore. Ho giocato lì 3 anni, società solida che punta sui giovani e ha un progetto. Se ci fosse l’opportunità di Parma la prenderei in considerazione. Ma mi auguro che il Napoli lo possa tenere…“.

Il finale del suo intervento radiofonico, l’Arciere lo dedica alle prospettive del Napoli, in vista della prossima stagione.

Spalletti darà freschezza a una società scottata. Il Napoli quest’anno non può sbagliare, i tifosi sono rimasti molto delusi”.

Leggi le notizie relative all’infortunio di Lozano ed ai suoi tempi di recupero

Banner 300 x 250 – De Luca – Post