Ciro Mertens protagonista al Ciro Vigorito.

Il Napoli batte con scioltezza e senza troppe sofferenze il Benevento per 2-0.

Un successo che riporta il Napoli in testa alla classifica ma è un successo senza sorrisi. Mertens, protagonista nel primo tempo con una rete delle sue, è uscito zoppicando dopo un brutto intervento. Le prime indiscrezioni parlano di una distorsione alla caviglia. La società ha deciso di non intervenire sul mercato, Adl sostiene che il Napoli sia a posto così, ma stasera il Napoli, in lotta per lo scudetto, in panchina non aveva alcuna alternativa in attacco.

PRIMO TEMPO – Super Ciro al Vigorito

Per la gara di Benevento, Sarri, nonostante i diffidati Jorginho e Mario Rui, schiera la formazione tipo, nessun pensiero va alla Lazio, tutti concentrati sul Benevento.

De Zerbi, risponde con un inedito 4-3-3 senza punte, praticamente si mette a specchio. L’inizio di gara è tutto per i padroni di casa. Nei primi dieci minuti, sanniti pericolosi con due conclusioni del brasiliano Guilherme. Al primo squillo di tromba del Napoli cambia la gara.

Insigne prova una giocata alla Totti, ma il suo cucchiaio si stampa sotto la traversa. Questo episodio fa girare la gara. Pochi minuti dopo la grande giocata di Insigne è Hamsik ad avere una clamorosa palla goal, ma il capitani è messo male col corpo e spedisce alle stelle.

La rete è nell’aria ed arriva puntuale al ventesimo. Mertens in area servito da Allan, inventa una giocata molto simile a quella della scorsa stagione contro il Torino, il suo arcobaleno beffa Puggioni e si insacca nella rete. Dopo il vantaggio gli azzurri addormentano la gara, forse troppo. Si comincia un una fitta rete di passaggi che però non porta a nulla, anzi, al 43′ il Benevento in ripartenza è pericolosissimo con Djuricic che sbaglia una clamorosa occasione. La prima frazione termina col Napoli in vantaggio.

SECONDO TEMPO – La chiude Hamsik, poi lo spavento.

Nemmeno il tempo di dare il calcio di inizio che il napoli fa il 2-0. errore in uscita della difesa sannita, Jorginho innesca subito Callejon che confeziona un cioccolatino che Hamsik deve solo depositare in rete per il raddoppio azzurro.

Il Napoli però commette l’errore di considerare la gara già finita, ma all’undicesimo un episodio potrebbe riaprirla. C’è un contatto in area tra Koulibaly e Costa, in un primo momento, l’arbitro concede il penalty. quando tutto sembra pronto per l’esecuzione interviene il Var che fa rettificare la decisione, niente rigore e partita ancora sullo 0-2.

Ma è al ventottesimo che la gara del Napoli assume una dimensione diversa. Djimsiti commette un fallaccio su Mertens, si becca “solo” il cartellino giallo, ma Mertens è costretto ad uscire dal campo. In panchina non ci sono attaccanti, ed allora entra Rog. Le azioni da goal latitano, c’è solo da segnalare un clamoroso errore di Callejon sotto porta al 90′.

Torino chiama, Napoli risponde. La corsa allo scudetto è più viva che mai.

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2
Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2