Raffaele Auriemma, giornalista , durante il programma radiofonico Marte Sport Live, e tronato sulle parole di De Laurentiis dette ieri in conferenza, rispondendo cosi:

 Io non lo condanno per questo lui è di Roma prima che prendesse il Napoli, credo che a stento sapesse che il pallone è rotondo, quello di calcio, perché, ma non è una colpa, anzi, ha sempre fatto altro. Poi è riuscito a inserirsi nel mondo del calcio perché ha capito che c’era un business.

Ma non perchè appassionato di calcio, allora la domanda è, ma se prima di de laurentiis ci fossero stati i diritti televisivi con tutte le centinaia di milioni di euro che generano,  il Napoli avrebbe vinto solo due scudetti e una Coppa UEFA? Io credo di no, Io credo che probabilmente il Napoli avrebbe vinto molto di più, di sicuro. lui, senza i diritti televisivi e il flusso di danaro che genera il calcio di oggi, non avrebbe mai acquistato Maradona.

Questo è poco ma sicuro. Ferlaino lo ha fatto. E ha permesso questa realtà di diventare campione in Italia è campione d’Europa con la Coppa UEFA che un tempo non era  l’Europa League di oggi, ma c’erano le formazioni che è arrivato la seconda in classifica, terza in classifica, quelle che oggi fanno la Champions League.

Quindi diciamo ,che in concetti di de Laurentiis sono giustificati dal senso per il quale lui ha deciso di entrare nel mondo del calcio. Io fossi in lui, eviterei di fare queste considerazioni prima di Maradona, dopo di Maradona, eccetera eccetera, oppure riferirsi a Koulibaly e a Mertens dicendo la vil moneta! Ma io mi chiedo una cosa, ma perché i calciatori dovrebbero essere solo legati alla maglia e non pensare alla propria famiglia, i propri stipendi?

E lui invece deve passare come quello che fa tutte le cose a posto, tenendo i bilanci in ordine, che è una cosa saggia. che è una virtù ,però caro presidente non è che i calciatori devono essere innammorati della maglia quando vuoi tu , quella che vale per te ,vale pure per i calciatori, perché grazie ai calciatori che è un club fa tanta vil moneta e non è che i calciatori, solo perché non accettano offerte che tu gli dai al ribasso, diventa uno che pensa alla moneta, ma la pensiamo tutti quanti Alla vil moneta, caro presidente ,non solo i calciatori perciò dico, i suoi concetti sono chiari difendibili e soprattutto condivisibili però quando va oltre poi si tira addosso tutte le polemiche”

 RESTA SEMPRE AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLI, SEGUICI SUI PRINCIPALI SOCIAL:

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN: https://www.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w https://www.persemprenapoli.it