Il nuovo acquisto del Napoli firmato Cristiano Giuntoli ha già conquista il cuore di migliaia di tifosi azzurri. Di chi stiamo parlando? Di Khvicha Kvaratskhelia ovviamente.

Si sta facendo notare, e non poco oseremmo dire, in campo con le sue prestazioni da capogiro.

Il suo hashtag

In molti lo hanno soprannominato Kvaradona in riferimento al grande Diego Armando Maradona per la sua propensione naturale al goal, creando un vero e proprio hashtag per i fan di riferimento.

Alcuni sostengono che il suo gioco ricorda quello di Lavezzi, altri invece definiscono i suoi goal affini al “tir a gir” di Lorenzo Insigne.

Insomma due giornate di campionato e già si cercano figure da associare alla sua persona.

C’è da dire però che il georgiano è un ragazzo molto giovane e questo comporta che ancora deve lavorare molto per scoprire il suo tratto distintivo, che se continua di questo passo, non faticherà a trovare.

Possiede la stoffa del campione, un tratto chiaramente visibile, ma scopriamo di più sulla sua vita.

Khvicha Kvaratskhelia è nato a Tbilisi, capitale della Georgia, il 12 febbraio 2001. Figlio dell’ex punta centrale della Dinamo Tbilisi, Badri Kvaratskhelia.

Il classe ’01, come il padre, ha iniziato la sua carriera della Dinamo Tbilisi la squadra più titolata del suo paese, per poi passare nel 2019 alla Rubin Kazan squadra russa che ha lasciato allo scoppio della guerra.

Un tema, quest’ultimo, che il georgiano non ha mai voluto affrontare, probabilmente per l’importanza dell’argomento.

Bisogna ricordare infatti che anche la Georgia è stata vittima della Russia nel “lontano” 2008, con lo scoppio della guerra d’agosto o guerra dell’Ossezia del Sud.

Sebbene “Kvaradona” avesse preso la decisone di lasciare la squadra russa, per non perdere il ritmo e la forma fisica ha deciso di trasferirsi, in prestito, alla Dinamo Batumi.

Ma quel campionato non bastava, sapeva di poter dare di più. Tutto è cambiato con la proposta della società di Aurelio de Laurentiis.

Il georgiano, alle al “corteggiamento” del Napoli, non si è mai tirato indietro, accettando immediatamente la possibilità di poter giocare in un campionato del livello della Serie A in una squadra qualificata per la Champions.

Il suo impatto con la città di Napoli è stato stupefacente e non solo in campo. Il 77 infatti si è dichiarato estasiato dalla città di Napoli, tanto da aver intrapreso da subito gli studi della lingua italiana.

Inoltre, dal suo atteggiamento in capo, sembrerebbe aver creato un bellissimo rapporto di complicità e amicizia con Victor Osimhen.

La fidanzata di Kvaradona…

Tuttavia il ragazzo si dichiara essere molto concentrato sugli obbiettivi da raggiungere in termini calcistici, tanto che la lontananza con la sua fidanzata non sembrerebbe essere un problema insormontabile.

A proposito, il simbolo con le mani nell’esultanza dopo i goal rappresenta proprio la lettera in georgiano della fidanza.

Per il momento si conosce solo il nome Nitsa. La bellissima fidanzata di ZiZi, cosi si fa chiamare dagli amici, è una studentessa in medicina la quale non verrà a Napoli stabilmente fin quando non concluderà gli studi.

Per il momento non si conoscono profili social associati alla sua persona, ciò che è certo è che la vedremo presto sugli spalti del Diego Armando Maradona.

Insomma un ragazzo ancora da scoprire che però ha le carte in regola per diventare un fantastico “scugnizzo”, nell’accezione positiva, napoletano.