Napoli Film Festival, il programma del week end

Il regista Gianni Amelio aprirà il weekend del Napoli Film Festival domani sabato 28 settembre alle ore 21 all’Institut Francais (Via Francesco Crispi, 86 –Ingresso € 6) dove ritirerà il Premio alla carriera della 21esima edizione della manifestazione diretta da Mario Violini. Amelio si racconterà al pubblico in un incontro moderato da Marco Lombardi e presenterà due cortometraggi. “Casa d’altri”, sul dolore del popolo di Amatrice dopo il terremoto del 2016 e “Passatempo” con Renato Carpentieri, evento speciale alla Settimana internazionale della critica all’ultimo festival di Venezia.

L’evento sarà anticipato alle ore 19 dall’omaggio al regista francese Jean Vigo, a ottantacinque anni dalla scomparsa (morì di tubercolosi a soli 29 anni il 5 ottobre 1934). Considerato ‘autore maledetto’ per il suo cinema antipatriottico, spesso censurato, ma poi ritenuto tra i registi più influenti per il futuro cinema francese e non solo, diresse quattro film. All’Institut Francais saranno proiettati le sue ultime due opere: “Zero in condotta”, sulla ribellione di quattro collegiali contro le autorità scolastiche, e il film “L’Atalante”, film d’amore incompiuto, a causa della malattia, ma tra i più apprezzati dagli studiosi di cinema.

Sarà un film italiano l’ultima proiezione del concorso internazionale Europa Mediterraneo. Alle ore 17,30 all’Institut Francais (posto unico € 5,00 – Ridotto € 4,00) è in programma l’anteprima di “Mai per sempre” di e con Fabio Massa, nel cast Cristina Donadio e Gianni Parisi, la drammatica storia di amicizia, amore e di una lotta interna tra il bene e il male. È la vita di Luca, un giovane che, nonostante il conforto della sua famiglia, preferisce spaccarsi la schiena in un’officina che possiede lontano da Napoli dove è cresciuto e dove la madre Silvana vive ancora col nuovo marito, Saverio, un avvocato di prestigio, del quale Luca non condivide il modo malvagio di essere e comportarsi. Ultimi lavori in proiezione anche per il concorso “Videoclip Sessios”, in programma a Castel dell’Ovo, Via Eldorado, 3, a partire dalle ore 16 (ingresso libero). Nel pomeriggio appuntamento con “Percorsi d’autore” e la retrospettiva dedicata a Silvio Siano. Alle ore 16 all’Institut Francais (ingresso libero) si potrà vedere il film “La vedovella”, a seguire incontro con Leopoldo Siano, Silvia Quojani e Paolo Speranza.

Domenica 29 settembre alle ore 19 all’Institut francais (ingresso libero) si terrà la cerimonia di premiazione dei cinque concorsi del Napoli Film festival 2019: Europa Mediterraneo, SchermoNapoli con le sezioni Doc, Corti e Scuole, “Videoclip Sessions”. Seguirà la proiezione, alle ore 21, di “Nosferatu Live” da “Nosferatu il vampiro”, film muto di Friedrich Wilhelm Murnau, sonorizzata dal vivo da Caterina Palazzi/Zaleska.

Il Napoli Film festival proseguirà lunedì 30 settembre con la proiezione dei lavori vincitori dei concorsi, alle ore 17 all’Instituto Cervantes (Via Nazario Sauro, 23 – Ingresso libero) e si concluderà l’1 ottobre con l’anteprima italiana di “Trenta fuochi” alla presenza della regista spagnola Diana Toucedo (Instituto Cervantes – ingresso libero).

Potrebbe piacerti anche