Il Pampa Sosa, ex calciatore del Napoli, è intervenuto a Vikonos Radio ed ha parlato di vari temi legati alla sua ex squadra tra cui il divieto di trasferta ai tifosi e delle gare dell’ultima settimana.

Le parole di Sosa: 

“Quando si perde fa sempre male, ma dobbiamo analizzare com’è andata l’eliminazione del Napoli contro la Cremonese. Fino all’85’ la squadra stava portando a casa il risultato, bisogna essere obiettivi e guardare l’andamento dell’incontro. Preferisco dare merito alla Cremonese, che secondo me è la squadra che delle ultime sei della classifica è quella che gioca meglio. Naturalmente non c’è ancora la mano di Ballardini, mi dispiace molto per Alvini, che se avesse ottenuto qualche risultato positivo in più si sarebbe portato fuori dalla lotta per non retrocedere. Anche contro la Juve avrebbe meritato, invece ha perso, e pure in campionato nella gara d’andata contro il Napoli ha tenuto il risultato a lungo in bilico. Gli azzurri martedì hanno perso ai rigori contro una squadra che gioca bene a calcio.

Peccato, perché comunque la Coppa Italia al di là del prestigio ti dà l’opportunità di far giocare chi ha avuto meno spazio in campionato. Ora bisogna concentrarsi su due obiettivi molto suggestivi, a febbraio torna la Champions e chiaramente il Napoli, se ha un po’ di fortuna nei sorteggi, può addirittura sognare le semifinali. Avevamo previsto un mese di gennaio importante per gli scontri diretti e così è stato, domani il Napoli può girare a 50 punti, il che vuol dire che le altre, per fare meglio, nel girone di ritorno dovrebbero farne di più. Come faranno? Facciamo gli scongiuri ma la strada del Napoli continuerà ad essere questa… Avrà fatto tesoro la squadra partenopea dell’esperienza dell’anno scorso? Secondo me sì, perché proprio nel campionato passato è venuto meno dal punto di vista mentale, l’esperienza insegna.

Su Salernitana-Napoli 

I granata hanno avuto una settimana un po’ strana, certo hanno una posizione in classifica non tranquillissima ma nove punti sulla zona retrocessione sono tanti. La quota salvezza, poi, quest’anno sarà bassissima e credo che Cremonese, Samp e Verona abbiano il destino un po’ segnato. Mi aspetto una Salernitana tutta all’attacco, come con il Milan. In quella occasione pubblico di casa ha aiutato molto, soprattutto all’inizio, poi è venuta fuori la qualità dei rossoneri, che potevano dilagare se non ci fosse stato Ochoa. Loro giocano con il 3-5-2 e dipende da quali punte schiererà Nicola. Se ci sono Bonazzoli e Piantek può esserci più presenza fisica, poi hanno Candreva a destra che ha grandi qualità. Leggo che forse Fazio non ci sarà, il Napoli dovrà stare attento soprattutto ad inizio partita.

Dispiace che i tifosi salernitani abbiano fatto quello striscione minaccioso, il malcontento si può ovviamente manifestare allo stadio, ma durante la settimana certe parole non vanno bene. Spero sia una gara tranquilla dal punto di vista ambientale. Tecnicamente è chiaro che non ci sono paragoni, loro hanno la forza sugli esterni, i due attaccanti forti fisicamente potrebbero aiutare la squadra, se il Napoli supera la pressione della la parte iniziale poi verrà fuori con le sue qualità.Domani segna Kim, la Salernitana soffre molto le palle inattive, soprattutto esternamente è un po’ distratta.

Sono amareggiato dal fatto che non ci siano i supporters azzurri, spiegatemi cosa voglia dire il divieto di trasferta per due mesi! Si faccia come in Inghilterra, si rispettino le regole e si bandisca dallo stadio chi effettivamente lo merita. In Inghilterra hanno stadi sempre pieni, tifoserie tranquille e uno spettacolo assicurato, abbiamo tanto da imparare. Pensa che in Argentinada più di dieci anni sono vietate tutte le trasferte, si gioca solo con i tifosi delle squadre di casa, vogliamo arrivare a questo? Il 4 gennaio durante Lecce-Lazio ancora c’erano ulutati razzisti, nel 2023, bisogna finirla”.

RILEGGI

Reja su Napoli-Verona: “Hysaj mi ha rivelato cosa è successo!”

Mauro: “Osimhen? Fossi suo compagno di squadra gli darei i cazzotti in testa!”

Banner 300 x 250 – De Luca – Post