Oggi è stato convocato in Prefettura un comitato per l’ordine e la sicurezza straordinario, per fare il punto della situazione e calcolare una prima stima dei danni subiti. Presente anche il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. 

Il Prefetto Claudio Palomba sulla presenza dei sostenitori dell’Atalanta: “I tifosi tedeschi sono arrivati in maniera sparsa e con alcuni bergamaschi, già presenti alla gara di Francoforte. Esiste un gemellaggio tra le tifoserie dell’Eintracht e dell’Atalanta. Noi abbiamo avuto la certezza del loro arrivo da Salerno. Da martedì sera, grazie al lavoro della polizia, queste persone sono rimaste in albergo. Molti chiedono il motivo per cui è stato scelto di far sfilare i tifosi dell’Eintracht per la città. Lungo il corteo non è successo nulla. Si trattava di persone che non erano in possesso di armi. Si è deciso di seguirli e accompagnarli. Qualora si fossero divisi sarebbe stato più difficile controllarli. Non c’è mai stato un contatto diretto tra le due tifoserie”.

Alessandro Giuliano, questore di Napoli, ha proseguito: “Innanzitutto ci tengo a ringraziare, senza retorica, il grande lavoro delle forze dell’ordine. Come sapete abbiamo già effettuato sette arresti, quattro in flagranza e tre in differita. Anche dopo la fine della partita ci sono stati numerosi interventi, che hanno evitato il contatto tra i tifosi tedeschi e quelli del Napoli. Più di 1000 agenti delle forze dell’ordine hanno lavorato per evitare ulteriori problemi. Al momento ci sono sei agenti della Polizia feriti”.

Il sindaco Gaetano Manfredi ha dichiarato: “Quello che è successo è una cosa inaccettabile, non è possibile che per una partita la città diventi oggetto di violenza di poche persone che mettono a rischio l’incolumità dei cittadini, le attività commerciali e i turisti. E’ incredibile la differenza tra dentro e fuori lo stadio. La partita è stata una gioia e poi fuori ci sono stati scontri generati da frange di tifosi appartenenti sia all’Eintracht che al Napoli che sono isolati dalla vita sportiva e molti hanno il Daspo e neppure vanno allo stadio. Questa è una violenza solo associata allo sport ma fine a se stessa. Una situazione del genere si era verificata già con l’Ajax. Ho chiesto al ministro Piantedosi di far ripartire subito i tifosi perché il post partita era rischioso. Abbiamo avuto 5 autobus danneggiati dagli scontri e faremo presente in tutte le sedi competenti che è necessario dare la possibilità di un ristoro dei danni che c’è stato anche per i commercianti. Lavoreremo in questa direzione, faremo una quantificazione. Noi come Anm abbiamo avuto tra i 10 e i 20mila euro di danni agli autobus”.

RILEGGI

Reja su Napoli-Verona: “Hysaj mi ha rivelato cosa è successo!”

Mauro: “Osimhen? Fossi suo compagno di squadra gli darei i cazzotti in testa!”