Articolo di Giovanni Chiaravalle

Rino il calabrese riparte dalla Spagna. Valencia potrà dirci se Gattuso è allenatore internazionale o un figlio nobile di quel Carletto orgoglio nazionale.
Alla conferenza di presentazione gli è stato chiesto se fosse un leone o un gattino. La risposta è stata ne riparliamo tra due mesi. Vedremo a parte le metafore se Gattuso ha raggiunto una maturità calcistica e psicologica per guidare un team di gran qualità oltre confine.
Valencia è opportunità fondamentale per Rino.
Il ricordo lasciato a Napoli è agrodolce. Un girone di ritorno fenomenale se non fosse per quel passo falso col Verona. Il pareggio che chiuse le porte della Champions. Intanto Gattuso, dopo strane accuse di razzismo, è riuscito a sedersi sulla panca valenziana e pare voglia far spesa a Napoli.
Politano e Lozano in particolar modo. Gli esterni dal piede educato. Nella stagione con Gattuso, i due, erano stati decisamente incisivi. 9 gol e 4 assist per Politano ( 3 gol con Spalletti), 11 gol e 3 assist per Lozano (5 con Spalletti). Numeri e rapporti che hanno spinto Politano, che pare sia al centro del progetto Nazionale, a chiedere la cessione. Gattuso pare impreziosire le qualità degli esterni, Spalletti no.
È un dato matematico che con Gattuso il comparto degli esterni (Insigne, Mertens, Politano e Lozano) abbiano confezionato 40 gol a fronte di meno della metà di questa stagione. Gli esterni prima di tutto per Rino, la solidità difensiva per Mr. Spalletti. Politano ha fatto sapere il suo gradimento, Lozano più attendista. Naturalmente per un attaccante nulla c’è di meglio di un allenatore che ne aumenti il potenziale realizzativo, in fondo il calcio cambia ma son sempre i gol che fanno vincere.

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2