Il Napoli allo Stadio Arechi ha battuto la Salernitana 2-0 grazie alla rete di Di Lorenzo nel finale del primo tempo e di Osimhen all’inizio del secondo tempo. Con questa vittoria la squadra allenata da Spalletti ha concluso il girone d’andata a 50 punti con 46 gol fatti e 14 subiti. Sin dai primi minuti la squadra ha giocato un buon calcio cercando le verticalizzazioni per Osimhen. Al minuto 12 l’attaccante nigeriano è stato pescato da Di Lorenzo ottimamente, ma Gyomber ha salvato la porta granata. Lo stesso difensore è stato costretto al cambio a causa di un problema muscolare. Al suo posto è entrato Lovato.

La Salernitana non ha dato troppi fastidi alla retroguardia del Napoli, come se fossero ancora storditi dal KO contro l’Atalanta e soprattutto dalla vicenda legata a Davide Nicola. Infatti gli attaccanti granata non hanno ricevuto né palle giocabili né avuto occasioni per impensierire Meret. Al 20′ ancora Osimhen ha cercato di spaccare la partita, ma Ochoa ha risposto bene all’occasione del Napoli. Piccolo brivido per i tifosi azzurri al 22′ quando Piatek ha bruciato sul tempo Rrahmani e in piena area di rigore ha tirato verso il portiere del Napoli che ha salvato in corner. Gli uomini di Nicola solo nella seconda parte della sfida hanno cercato di smorzare le difese dei ragazzi di Spalletti come al minuto 30 con Lovato, ma anche questa occasione è scemata sul fondo.

Per 15 minuti la partita si è fermata sulla fase di studio, ma al 49 minuto Anguissa è penetrato in area di rigore trovando Di Lorenzo libero: l’ex terzino della Reggina senza pensarci ha calciato in porta realizzando la rete del vantaggio del Napoli. Con questa occasione si è concluso il primo tempo. Il lampo di Di Lorenzo ha sicuramente tolto il lucchetto mentale che il Napoli si è auto inserito per tutto il primo tempo. Osimhen ha gettato alle ortiche due occasioni ghiotte e questo sicuramente sarà evidenziato da Spalletti. Stessa cosa farà Nicola con Piatek: l’unica azione ottimale della Salernitana è stata sprecata esaltando le qualità di Meret.

Il secondo tempo del derby campano tra Salernitana e Napoli si è aperto con un sussulto da parte dei tifosi granata: Elmas ha visto lo spazio libero e ha calciato verso la porta di Ochoa centrando il palo, sulla ribattuta Osimhen ha realizzato il più facile dei gol. Raddoppio del Napoli e partita in teoria chiusa. Tra il 55′ e il 57′ doppia occasione dei padroni di casa: prima Piatek non è riuscito di testa a realizzare il gol dell’1-2 e successivamente Pirola, anch’esso di testa, ha concluso a lato.

La risposta degli azzurri è stata al 59′ sempre con l’attaccante della Nigeria, uomo ovunque in questa ripresa, e al 63′ con Lozano, ma entrambe le occasioni si sono concluse con un nulla di fatto. Nelle battute finali ancora Piatek ha fatto tremare i tifosi del Napoli: l’ex attaccante del Milan, del Genoa e della Fiorentina al minuto 83 ha scagliato una sassata dal limite centrando il palo dopo una super parata di Meret. Con questa occasione è terminato la sfida dell’Arechi: il Napoli vince e cancella la sconfitta patita in Coppa Italia contro la Cremonese. Gli azzurri sono sempre stati in palla dimostrando di poter realizzare gol in qualsiasi momento. Rimandata la Salernitana: sicuramente questa settimana servirà da monito per evitare distrazioni sin dalla prossima sfida.

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2