Verdi verso il sì: ma perché si è perso tempo prezioso?

Pubblicato il 13 gennaio 2018 alle 16:04 da Liberato Ferrara
verdi
Verdi verso il sì: ma perché si è perso tempo prezioso? pubblicato il: 2018-01-13 da Liberato Ferrara

Misteri del mercato: qualcuno spieghi ai tifosi del Napoli perché la trattativa per Verdi deve chiudersi all’inizio della prossima settimana. La conseguenza di questo ritardo è che il giocatore sarà a disposizione di Sarri non oggi alla ripresa degli allenamenti, ma lunedì, martedì.
Uno dirà: ma non ti accontenti mai? Cosa saranno due giorni di ritardo rispetto all’arrivo del calciatore che tu stesso (sarei io) avevi indicato mesi fa come il profilo perfetto per il Napoli?

Premesso che sono soddisfattissimo da tifoso del Napoli dell’arrivo di Verdi (che potrebbe, tocchiamo ferro, rivelarsi anche un bidone, ma in questo momento era il giocatore da prendere), si fa fatica a capire non i tempi del Napoli, ma quelli del mercato. Stiamo parlando di un giocatore che da tempo è nel mirino della società. La trattativa col Bologna è stata avviata settimane fa, ed è stata chiusa. Perché aspettare che il giocatore parta per le vacanze e non farlo firmare prima? Oggi sarebbe stato a Castelvolturno per gli allenamenti, in tempo utile per andare in panchina a Bergamo, con la ragionevole possibilità di andare anche in campo a partita in corsa. Nulla di tutto questo. Il giocatore solo lunedì scioglierà la riserva: dando per scontato che dica si poi deve leggere il trattato di diritto contrattuale che il Napoli sottopone a tutti i suoi tesserati, poi dovrà sostenere le visite mediche. Diciamo che nella migliore delle ipotesi sarà a Castelvolturno martedì. Persi tra giorni di allenamenti. Allenamenti importanti, in quanto richiamo di preparazione, e tre giorni di conoscenza del gruppo e del sistema di gioco (vero che Verdi ha giocato con Sarri, ma ha giocato da trequartista, ruolo oggi non contemplato). Morale della favola: il giocatore andrà lo stesso in panchina a Bergamo, non ci sono dubbi, ma la sua presenza in campo, sia pure per pochi minuti, potrebbe essere una forzatura. Perché non si è fatto tutto prima?

Il giocatore non voleva venire? Se così fosse sarebbe stato delittuoso attendere altri giorni, col rischio poi di non avere il consenso al trasferimento. Si è cercato fino alla fine di prendere qualche altro giocatore non di gradimento di Sarri, ad esempio Inglese? Sarebbe una follia peggiore. Si è aspettato di avere la certezza che Sarri resti ancora al Napoli prima di impegnare un bel pacchetto di milioni per un giocatore che potrebbe non interessare al prossimo allenatore azzurro? Peggio che andar di notte. E’ grave che sia stata messa la clausola a Sarri, ed è grave che solo a mercato in corso si sia cercato un dialogo col tecnico. Per altro il campionato da vincere è quello di quest’anno, inutile fare mille pensiero per il futuro.

In ogni caso si sono persi giorni preziosi. Il Napoli per vincere lo scudetto deve sperare che la Juve molli qualcosa ed al tempo stesso non sbagliare nulla di suo. Anche questi piccoli particolari possono fare la differenza.

Verde verso il sì: ma perché si è perso tempo prezioso?

– Il punto sul mercato azzurro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento