Napoli, di qui alla fine un solo vero ostacolo: De Laurentiis

Pubblicato il 18 aprile 2017 alle 9:10 da Liberato Ferrara
de laurentiis
Napoli, di qui alla fine un solo vero ostacolo: De Laurentiis pubblicato il: 2017-04-18 da Liberato Ferrara

Passate Pasqua e Pasquetta, è tempo di pensare alla fase finale del campionato. Sei partite che il Napoli può giocare tutto sommato a mente sgombra. Le ultime partite hanno sostanzialmente messo in cassaforte il terzo posto. Terzo posto che era l’obiettivo massimo ad inizio stagione. Nell’analisi di una stagione non si può non considerare quelle che erano le aspettative iniziali. Dopo aver venduto Higuain per il Napoli era folle pensare di poter competere con la Juve (che Higuain aveva comprato),ma anche con la Roma e con la stessa Inter. Sarri ed i giocatori hanno fatto un miracolo. Il Napoli ha gli stessi punti dello scorso anno, e grazie anche al fallimento dell’Inter è terzo. Almeno terzo.
La pressione è tutta sulla Roma, che, a parole, ha a lungo sognato di lottare per lo scudetto, e che adesso potrebbe avere una sorta di rigetto. Per di più a Roma c’è aria di rivoluzione. Se ne va Spalletti, smette, quasi sicuramente, Totti. Lo stesso De Rossi è in scadenza e non si sa se resterà. E poi ci sono tante voci di mercato. A Napoli la situazione è tranquilla. Ci sarà qualche partenza, Ghoulam, forse Koulibaly, ma nell’insieme il gruppo è solido.
C’è una sola persona che può minare questa serenità, ahime il presidente De Laurentiis. Non per nulla, ma a volte dà l’impressione di non rendersi conto di quello che fa. Probabilmente non si rende conto, viene da un altro mondo, i riti del calcio gli sono non solo sconosciuti, ma a volte addirittura insopportabili.
La cosa più sbagliata che si può fare in questo momento è guardare il calendario. A sei giornate dalla fine la differenza non la fanno più i valori tecnici, ma le motivazioni. Motivazioni che non sono necessariamente di classifica. Motivazioni che vanno trovare settimana per settimana. E cambiano in continuazione. Il Napoli gioca con la forza dei nervi distesi. Con la consapevolezza dei propri mezzi, un’autostima infinita. E non è poco.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento