La Juve, spiace dirlo, ieri ha dato spettacolo

Pubblicato il 20 aprile 2017 alle 8:28 da Liberato Ferrara
juve
La Juve, spiace dirlo, ieri ha dato spettacolo pubblicato il: 2017-04-20 da Liberato Ferrara

Mai avrei voluto scrivere una cosa del genere da tifoso. Ma da addetto ai lavoro non posso che ammettere la straordinarietà della prestazione della Juve, lo spettacolo, si lo spettacolo, che hanno dato a Barcellona. Perché anche difendersi bene è spettacolare agli occhi di chi capisce a ama il gioco del calcio. In 180 minuti di gioco la Juve non ha subito neanche un gol dal Barcellona. Ieri sera Buffon non ha fatto neanche una parata degna di nome. Non c’è stato mai un giocatore catalano in condizione di calciare a rete in tranquillità: in quelle rarissime circostanze in cui Messi e compagni sono arrivati alla conclusione hanno sempre dovuto farlo in condizioni difficili, con gli avversari pronti ad ostacolarli. Ai miei occhi, anche se la Juve ha concesso la supremazia territoriale ed il possesso palla (cose che nel calcio contano zero) ha fatto la partita quasi perfetta.
Lo spettacolo? Per me c’è stato. Uno spettacolo straordinario, in cui tutti hanno fatto la loro parte, alla grande. Portando a casa il risultato che è la sola cosa che conta.
Ieri c’è stata la dimostrazione ulteriore, ove mai ce ne fosse ancora bisogno, che nel calcio sapersi difendere è più importante che sapere attaccare: del resto quando si fanno partitelle attaccanti contro difensori in allenamento vincono sempre i difensori.
Ha ragione dunque Allegri e torto Sarri? No, hanno torto coloro che vogliono a tutti i costi inventarsi un parametro che è diverso dall’unico parametro oggettivo: il risultato finale. La Juve vince non perché gioca bene o perché fa catenaccio. La Juve vince perché hai giocatori più forti, e perché l’allenatore fa in modo che possano rendere al massimo. Anche Sarri fa in modo che i suoi giocatori possano rendere al massimo. Il problema è che quelli della Juve sono più forti. La Juve non ha bisogno di essere spregiudicata perché riesce a controllare in altro modo la partita. La Juve vince perché non ha bisogno di attaccare con 8 uomini per essere pericolosa perché ha attaccanti che sanno fare gol anche in altre circostanze. Attaccare con 4 e non con 8 uomini ruba meno l’occhio, ma garantisce una maggiore copertura. La Juve vince perché ha difensori che sono in grado di fermare l’attaccante lanciato a rete, uno contro uno. La Juve vince perché ha difensori che sanno bene quando è possibile giocare la palla, e quando serve buttarla in tribuna, vince perché ha difensori capaci di essere concentrati per 97 minuti, senza sbavature.
Sarri sta facendo miracoli col materiale che ha a disposizione. Probabilmente ha trovato il modo giusto per ottenere il massimo risultato, perché coi giocatori che ha il Napoli non può che giocare in questo modo: non è il Circo, ma una scelta obbligata. Lo spettacolo, che nel calcio non significa nulla, è solo un effetto collaterale. Ma dire che il Napoli giochi meglio della Juve è una cosa che non ha senso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento