Mercato in alto mare: tutto dipende da tre cessioni eccellenti

Napoli, si spinge per le partenze di Hamsik, Callejon e Mertens

Come volevasi dimostrare il mercato del Napoli è tutto in divenire. Del resto sarebbe stato ben strano che fosse tutto definito un mese prima dell’apertura ufficiale. Per di più in un contesto oggettivo di fine ciclo, quando c’è molto da cambiare dopo 5 anni in cui sostanzialmente non si è fatto mercato.

Al di là delle parole di circostanza, sia del nuovo allenatore, sia di tanti calciatori, è chiaro che saranno in tanti a partire. Su alcuni c’è la benedizione della società e del tecnico. E non parliamo solo di Jorginho, sostanzialmente già venduto al City. Ci sono almeno tre giocatori che il Napoli sarebbe felice andassero via: motivi di età, di ingaggio, e di plus valenze. Sono i ragazzi del 1987, Hamsik, Mertens e Callejon. Giocatori che hanno fatto la fortuna azzurra di questi anni, Hamsik è già nei libri di storia.

Ma hanno una certa età, o si vendono adesso, o non si venderanno più. Inoltre sono, insieme ad Insigne quelli che guadagnano di più, ed una sforbiciata al monte ingaggi non sarebbe male. E’ chiaro che non si tratta di una valutazione tecnica, Ancelotti sarebbe felice di averli ancora a disposizione. Ma se vanno via nessuno si strapperà i capelli.

Tanti attaccanti da piazzare

E non se li strappererebbero  neanche i calciatori che potrebbero firmare l’ultimo contratto importante della carriera, andando a guadagnare qualcosa di più. Ovviamente cambia il mercato azzurro se i tre restano o se vanno via. Con Mertens e Callejon, oltre Milik, Insigne, Mertens e Verdi l’attacco sarebbe fatto, con Inglese (o un o più forte) come alternativa al polacco. Il compito di Giuntoli sarebbe solo quello di piazzare i vari Ounes, Ciciretti, Younes, Roberto Insigne. Se “Calleti” e “Ciro” dovessero andare via servirà qualcosa d’altro.

Per il Capitano il discorso è simile, Ancelotti ovviamente sarebbe felice di averlo ancora a disposizione. Ma non farebbe un dramma in caso di partenza. Nessuno forzerà la decisione del calciatore, ma se volesse andare in Cina ad arricchirsi, nessuna opposizione. Queste tre partenze porterebbe soldi (non tantissimi, diciamo più o meno 60 milioni), ma soprattutto abbatterebbero il monte ingaggi. In modo da permettere l’arrivo di un giocatore di grande personalità.

Hjsay e Zielinski a rischio clausola. Diawara scala le gerarchie

Ma prima di decidere definitivamente le strategie c’è da capire la sorte soprattutto di due azzurri, Hjsay e Zielinski. Sarebbero punti fermi nel nuovo Napoli, ma hanno una clausola in contratto che permette loro di andare via senza trattare con la società. E sono due di quei giocatori che Sarri porterebbe sempre con se, dovunque andasse. E’ chiaro che se partissero andrebbero sostituiti, con giocatori di prima fascia.

Come si vede è presto per parlare di mercato in casa Napoli, siamo solo agli inizi, e ci sono troppe incognite. Al momento è la squadra dello scorso anno, senza Jorginho, con Badely e Verdi. E con due “riservissime” destinate ad avere un ruolo da attore protagonista, Diawara e Zielinski. Ma tutto è in discussione, quello che oggi sembra certo, domani potrà essere estremamente improbabile.

segui persemprenapoli.it su facebook
Guarda la puntata del 6 giugno di Casa Menzione

Banner 300 X 250 – Lieto – Post
Potrebbe piacerti anche