Prove generali di Champions per il Napoli. Alla resa dei conti è solo poco più di un allenamento

Pubblicato il 10 agosto 2017 alle 10:02 da Liberato Ferrara
napoli
Prove generali di Champions per il Napoli. Alla resa dei conti è solo poco più di un allenamento pubblicato il: 2017-08-10 da Liberato Ferrara

Prove generali di Champions per il Napoli. Messa così la partita di stasera ha un grande valore. Alla resa dei conti è solo poco più di un allenamento, servirà solo a far divertire i giocatori. Nulla più
Sarri ha già deciso chi giocherà col Nizza mercoledì. Decisione per altro presa da mesi. Poteva avere solo un piccolo dubbio tra Allan e Zielinski, ma il brasiliano sta meglio, giocherà lui. Poi si vedrà. A Verona, sabato in campionato, ci sarà un primo turnover, e martedì prossimo in Costa Azzurra la formazione potrebbe cambiare, poco, a secondo della condizione dei giocatori.

Il Nizza non può fare paura al Napoli. E’, sulla carta, la compagine perfetta per esaltare il gioco degli azzurri. Meglio i francesi che i turchi o i tedeschi. Anche a livello ambientale. Ad agosto in Costa Azzurra ci sono tantissimi turisti, per ovvi motivi ci sarà tolleranza zero su tutto.
Il Napoli arriva a questa partita in buone condizioni, anche se ovviamente non al 100%. Sarà per gli azzurri la prima gara ufficiale, mentre per i francesi la quarta. Sin qui, giusto per rendere l’idea, in re gare ufficiali non hanno mai vinto, due pari in Europa, una sconfitta in campionato. E domani sera saranno di nuovo in campo in una gara che per loro è già complessa. Perché se non dovessero vincere potrebbe aprirsi una mini crisi. In Francia sono diversi dall’Italia, sanno gestire meglio certe situazioni. Ma una quarta partita senza vittoria, alla vigilia di una gara come quella del San Paolo… Ed anche la società nel frattempo non sembra crederci molto. Prima ancora della doppia sfida con gli azzurri ha venduto due pezzi pregiati, e non si può cert dire che l’arrivo di Sneijder possa compensare la cosa. Parliamo di un giocatore che è stato un grandissimo, non c’è dubbio. Ma di un giocatore avanti negli anni, da tempo fuori dal grande calcio, e che per sua esplicita ammissione non è al top della condizione.
Il Napoli non può avere paura di questo Nizza. Il Napoli deve rispettare l’avversario, e temere soprattutto se stesso. Il Napoli che ha maramaldeggiato due volte quest’anno sia a Roma che a Milano non può essere impensierito mai dal Nizza. Ma il Napoli che ha pareggiato in casa col Palermo…
Ecco stasera il Napoli dovrà allenare la sua capacità di concentrazione. Deve, anche se si tratta di un allenamento, evitare errori. Errori sin qui costati due gol con l’Atletico Madrid e due in Inghilterra. Se il Napoli tiene alta la concentrazione ha ben pochi concorrenti. In Italia solo la Juve, in Europa al massimo 6/7 squadre. Ed ovviamente tra queste non c’è il Nizza….

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento