Insigne deve farsi valere: non può accettare di fare il mediano

Pubblicato il 2 settembre 2017 alle 23:30 da Liberato Ferrara
insigne
Insigne deve farsi valere: non può accettare di fare il mediano pubblicato il: 2017-09-02 da Liberato Ferrara

Era il giocatore più atteso, ed anche il più temuto da parte degli avversari. Per Lorenzo Insigne non è stata una serata semplice. Certamente non per colpa sua. E’ il miglior giocatore italiano del momento, ma è chiaro che non ha ancora la personalità per dire al tecnico che lui non è disposto a fare brutte figure giocando in un ruolo non suo.

Lorenzo è stato sostanzialmente impiegato da mediano. Ha fatto di tutto per essere fedele alle consegne del tecnico. E si vedeva benissimo che in fase di non possesso l’Italia si schierava con una linea di centrocampo a 4. Nulla di male, anche nel Napoli Insigne è abituato a coprire molto. Ma un conto è coprire in una squadra che si difende a 60 metri dalla porta, altro è farlo in una squadra che, anche per merito dell’avversario, si difende a 30 metri dalla porta. Un giocatore come Insigne ha il diritto di essere impiegato secondo quelle che sono le sue caratteristiche.

Alla fine non è stato neanche tra i peggiori. Delle tre conclusioni nello specchio della porta dell’Italia due sono state le sue. Ed anche in fase di non possesso si è sacrificato. Ma un giocatore col suo talento merita di essere impiegato in modo diverso. Altrimenti rischia di fare brutta figura. Spesso ha dato l’impressione di essere un’anima in pena. Non avendo mai nessuno col il quale dialogare. Ha avuto anche la disgrazia di essere sulla stessa fascia di Spinazzola, assolutamente inguardabile. La verità è che non è stato mai servito in maniera decente se non in una circostanza da Immobile. E tutte le volte che ha preso palla rientrando verso il centro del campo non ha mai avuto il compagno che facesse sovrapposizione (il Ghoulam di turno), uno che dettasse il passaggio sulla sua linea (Mertens o Hamsik) tanto meno il movimento a tagliare dell’esterno opposto (Callejon).

Non ha fatto l’Insigne per una sera, ma la colpa non è certo stata sua.

le pagelle
il Commento
l’intervista a Lorenzo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento