Dimentichiamoci del Real, c’è una partita da vincere

Pubblicato il 11 marzo 2017 alle 18:25 da Sergio Curcio
Dimentichiamoci del Real, c’è una partita da vincere pubblicato il: 2017-03-11 da Sergio Curcio

C’è ancora la musichetta nelle orecchie e l’impressionante urlo “Champions” del San Paolo mentre si presenta questo Crotone ancora vivo e tenace nel tentativo, invero disperato, di riagguantare l’Empoli quartultimo per arpionare una salvezza “miracolosa”.
La vittoria di Roma e la voglia di riscatto dopo le ultime due sconfitte consecutive al San Paolo – Atalanta e Real Madrid – pretendono di mettere da parte il sogno europeo e di rituffarsi anima e corpo nel clima campionato senza mollare grinta e concentrazione per difendere il terzo posto e, magari, attaccare con veemenza il secondo, lontano appena due punti.
Perciò sotto con il Crotone, squadra che ha perso tanto in campionato, ben 19 volte su 27 gare, e che in trasferta ha raccolto meno punti di tutte, appena due pareggi, ma non ha mai subito goleade clamorose ( a parte un 4-0 contro la Roma ed un 3-0 contro l’Inter sempre in trasferta n.d.r.), anzi perdendo molte gare nei minuti finali. Il Napoli non può più buttare punti al San Paolo, che in questo campionato non è stato la fortezza della scorsa stagione, per tenere lontane le potenziali concorrenti alla terza piazza e magari approfittarne perchè domenica ci sarà lo scontro diretto Inter – Atalanta e la Roma dovrà comunque recarsi a Palermo dopo tre sconfitte consecutive. Col Milan che ha praticamente abbandonato ogni speranza di riagganciarsi al gruppetto Champions dopo il vergognoso scippo dello Juventus Stadium, resta solo la Lazio che lunedì affronterà un Torino comunque insidioso.
Gli azzurri avvertiranno le scorie fisiche e mentali del martedì europeo? Deve pensarci Sarri a scegliere gli uomini più in forma e quelli in grado di avere le giuste motivazioni per evitare flessioni mentali contro i pitagorici. Soprattutto senza pensare alle avversarie né fare calcoli a lungo termine per il secondo posto. Step by step, come si dice… il Napoli pensi alla sua strada che, dopo Roma, sembra essersi fatta meno grigia anche per quel pizzico di fortuna che non guasta mai e serve per raggiungere obiettivi importanti. Il momento, archiviata la Champions, può essere favorevole in campionato e Coppa. Mertens e Hamsik devono essere, con Insigne, i valori aggiunti capaci di rompere i pullman davanti alle porte avversarie per colpire anche nelle giornate in cui può esserci qualche difficoltà. Come è successo a Roma. Come deve succedere contro il Crotone che, virtualmente retrocesso, continua tuttavia ad onorare il calcio ed il campionato con prestazioni dignitosissime. Mancheranno Rosi e Ceccherini ma Nicola non accampa alibi vista la situazione, confidando nella solita prestazione orgogliosa dei suoi ragazzi. L’atmosfera del San Paolo, peraltro, può solo galvanizzare una squadra che non ha più nulla da perdere.
La vittoria, dunque, è indispensabile solo per il Napoli, per rilanciarsi in campionato dopo l’eliminazione in Champions, quasi scontata alla vigilia per la forza dell’avversario, ma che dopo i 180′ di gioco ha lasciato l’amaro in bocca col sapore di un’occasione persa.
Pensare già alla prossima Champions, battendo senza sofferenze il buon Crotone, può essere il punto di partenza per questo sprint lungo solo 11 partite ed in vista del doppio ravvicinato impegno contro i “padroni- ladroni” bianconeri ed un argentino- piemontese, falso e (s)cortese…!!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento