DA MARIO A DELA PASSANDO PER CRISTIANO

Pubblicato il 15 luglio 2017 alle 17:04 da Liberato Ferrara
napoli reina de laurentiis
DA MARIO A DELA PASSANDO PER CRISTIANO pubblicato il: 2017-07-15 da Liberato Ferrara

Arrivati il più che promettente ma talentuoso Ounas e Mario Rui (un buonissimo giocatore, altro che empolizzazione!), ora il lavoro di Giuntoli – a operazione Berenguer chiusa – resterà probabilmente quello della scelta del secondo portiere non tanto secondo (quasi un contitolare).
Mi pare strano, ma è passato completamente in secondo piano trovare un’alternativa importante a Hysaj, di cui però ho – sia chiaro – stima.
Evidentemente c’è ancora fiducia in Maggio. Gran professionista, per carità, ed ancora atleta valido: ma servirebbe qualcosa di meglio, a mio parere, a meno che non si faccia ricorso a uomini già in rosa da adattare (Chiriches giocava terzino al Totthenam ed eleverebbe la fisicità del gruppo, Berenguer pare faccia anche l’esterno basso ed è di piede destro).
Resta sempre da capire chi sia Mister X, che secondo me non esiste se non nella mente feconda ed istrionica del Presidente che si diverte a dare scossoni comunicativi per attirare l’attenzione su di sé e distoglierla dal gruppo (strategia raffinata o semplice estemporaneità vanesia?).
Poi Giuntoli, oltre alle operazioni minori, dovrà lavorare duramente in uscita: Strinic, Giak, Zapata, Rafael, gli unici partenti certi della rosa di prima squadra, più Grassi, Insigne piccolino (mica tanto ormai) e Dezi da mandare a giocare, forse Pavoletti e Sepe da piazzare.
Tanto lavoro ancora nonostante la squadra sia fatta al 90% e per me – non datemi dell’inguaribile ottimista – è fortemente competitiva per lo scudetto, se non addirittura – allo stato – la principale indiziata al successo finale.
Indiziata, attenzione, non favorita: la favorita non può che essere di default la solita innominabile, la Compagnia (litigiosa) del Gatto Nero, ma molti indizi vanno verso l’azzurro (tri)colorato, dato quanto sta succedendo alla Juve e alla Roma in uscita e nonostante l’irruzione delle milanesi, specie il Milan, che però avranno bisogno di tempo – pur avendo 2 ottimi allenatori – per trovare la giusta “quadra” che noi invece abbiamo ed anche splendida.
Il lavoro più importante spetterà ancora una volta a De Laurentiis con il rinnovo fondamentale di Ghoulam e l’accordo (spalmatura biennale) pro-spogliatoio con il Leader Maximo Pepe Reina.
Ma aver allargato i cordoni della borsa e conservato tutto il gruppo di Mastro Sarri è un capolavoro che non ha eguali a parer mio.
Ditemi pure che ho preso la papponite cronica.
Io vi aspetto tutti a maggio: per le prenotazioni sul bus del vincitore passate dalla mia pagina social, please.
Altrimenti, comunque vada, sarà un successo: perché con Mister Sarri il divertimento e le emozioni sono garantite, fidatevi, e non siamo certo noi per storia e budget quelli che devono vincere per forza, con buona pace dei “meritevoli”.
Però io teng’ na ..azz ‘e fame…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento