Tascone: a Verona non ho visto il miglior Napoli

Pubblicato il 26 ottobre 2015 alle 10:10 da Liberato Ferrara
Tascone: a Verona non ho visto il miglior Napoli pubblicato il: 2015-10-26 da Liberato Ferrara

Carmine Tascone è molto soddisfatto della prestazione del Napoli. Anche se la motivazione del suo entusiasmo non è in linea con la stragrande maggioranza degli altri commenti.
“Io non ho visto a Verona il solito Napoli. Nel primo tempo ha fatto un grande possesso palla. Ma a mio avviso era un possesso abbastanza sterile, fatto molto lentamente. In questo modo è difficile mettere in difficoltà una squadra come il Chievo che è molto organizzata. Per altro tutte le squadre italiane sono organizzate dal punto di vista tattico. In altre occasioni il Napoli ha giocato meglio, la circolazione della palla era molto più veloce”.
Deluso quindi dalla prestazione?
“Assolutamente. E’ stato importante vedere come anche non giocando al massimo il Napoli ha dato una grandissimo prova di maturità. Alla fine in campo la differenza la fanno i giocatori, ed il Napoli in questo momento ha giocatori in grado di farla la differenza. A Verona non è stato straordinario come al solito Insigne, ma un paio di spunti li ha fatto, e si è visto. Ma c’era un Pipita incredibile. Ha fatto un gol che solo un grandissimo calciatore sa fare. Ha preso due pali, uno dei quali, il secondo è stato assolutamente fantastico, perché non è arrivato al termine di una azione travolgente. Semplicemente ha preso palla ed ha tirato in porta: contro un giocatore così non c’è difesa”.
Tascone ha idee molto chiare su un fatto.
“Sarri, uno che viene dalla gavetta, ha dato un’organizzazione alla squadra, mettendo al posto giusto tutte le pedine. Ci sono giocatori come Allan e Hamsik assolutamente incredibili, e che stanno dando il meglio. E poi c’è in porta il mostro sacro, Pepe Reina. Ci fosse stato anche lo scorso anno…”
Un Napoli da scudetto? Tascone ci pensa un attimo, poi risponde.
“Sì, un Napoli che sembra essere in grado di lottare per lo scudetto. Siamo solo all’inizio, ma le premesse ci sono. Per quello che si è visto sin qui potrebbe essere una lotta con la Roma, che mi ha fatto una grande impressione in campionato, sia contro l’Empoli la scorsa settimana che ieri contro la Fiorentina. Non mi aveva convinto molto in Champions. Ma la Roma è una grande squadra. Non credo alla Fiorentina, che gioca bene, ma è venuta meno negli scontri diretti. Credo ancora meno all’Inter, che ha problemi di tutti i tipi, anche se continua a fare punti, e questo è indicativo. La classifica dice che la Lazio sta là, ma mi sembra inferiore alle altre. Dico, nell’ordine, Roma, con Napoli vicinissimo, poi l’Inter. La Juve si riprenderà, arriverà certamente nelle prime tre, ma non credo vincerà lo scudetto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento