Sibilia:”Tre o quattro squadre hanno fatto la differenza

Pubblicato il 19 aprile 2017 alle 16:31 da Sonia Mosca
sibilia lnd
Sibilia:”Tre o quattro squadre hanno fatto la differenza pubblicato il: 2017-04-19 da Sonia Mosca

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Cosimo Sibilia, presidente Lega dilettanti e vice presidente della Federcalcio 

“La differenza di punti tra la prima e l’ultima della Serie A? Negli ultimi anni tre o quattro squadre hanno fatto la differenza tra chi lotta per il vertice e chi invece per non retrocedere. Il lavoro è importante e quando non si concorre per un risultato è ovvio che per esempio ci sono anche pochi tifosi allo stadio e tutti ci rendiamo conto e tutto questo penalizza gli spettatori. Sulla composizione della rose e dei gironi, però, la Lega e la Federazione sono estranee sono le società devono attrezzarsi. 

Troppe squadre professionistiche non aiutano il mondo del calcio. Ci sono troppe squadre e c’è da riflettere, sedersi intorno ad un tavolo e trovare una soluzione. Abbiamo 60 squadre in Lega Pro per cui si sono troppe bisogna anche discutere sulla ridistribuzione delle risorse. Per la riforma dei campionati c’è bisogno in consiglio federale di una maggioranza qualificata.

La Var? Abbiamo tutti l’amaro in bocca dopo quanto accaduto ieri sera. Per attuarla c’è bisogno che ci sia un’ulteriore valutazione dei componenti del consiglio federale e questo serve per partire immediatamente e dare un sollievo anche agli arbitri. 

Avere ambizioni non è peccato, ma ho i piedi ben piantati a terra e l’impegno della Lega dilettanti è oltremodo impegnativo. E’ un orgoglio per me esserne il presidente, ma non parlerei di cosa accadrà, posso assicurare il mio impegno che sarà massimo. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione perché le problematiche sono enormi, poi vedremmo quanto riuscirò a fare”. 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento