Ounas, ecco gli errori che non si devono commettere

Pubblicato il 13 agosto 2017 alle 11:57 da Liberato Ferrara
Ounas, ecco gli errori che non si devono commettere pubblicato il: 2017-08-13 da Liberato Ferrara

C’è grande attesa intorno ad Ounas. E’ il vero solo uomo nuovo del Napoli, e sin qui ha rubato l’occhio in varie occasioni.
Ci sono però due errori da non commettere. Il primo, banale se vogliamo, è quello di mettere troppa pressione sul ragazzo. E’ giovane, pochissima esperienza, nessuna del calcio italiano. Non è titolare, ci mancherebbe, potrà essere utile in tante occasioni, ma guai a pensare che possa essere lui a risolvere i problemi della squadra. Sono altri deputati a fare questo: Mertens, Insigne, Callejon, Milik. A Ounas non bisogna chiedere nulla.
Il secondo errore da evitare è pensare che possa essere lui un’alternativa a Callejon. Atteso che in natura un altro Callejon non esiste, andrebbe clonato, ma non è possibile sostituirlo, Ounas tutto può essere considerato tranne che il vice Callejon. Per quello che ha fatto vedere sin qui potrebbe essere il vice Mertens, semmai il vice Insigne.
Ma questo è un problema di Sarri. I tifosi devono pensare che si tratta di un ragazzino alle prime armi che sembra avere buoni doti. E nulla più. Per altro sin qui è stato favorito da due elementi: è sempre entrato a partita in corso, contro avversari già stanchi, e poi c’è la sua struttura fisica che gli consente di entrare in forma prima di altri calciatori.
Potrà essere utilissimo da subito, magari già contro il Nizza, che ha una difesa che sembra fatta su misura per esaltare le sue doti di velocità. Potrà essere utilissimo, ma nessuno dovrà pretendere nulla da lui.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento