Koulibaly: scudetto? Per adesso pensiamo alla Roma

Pubblicato il 12 ottobre 2017 alle 9:13 da Liberato Ferrara
koulibaly
Koulibaly: scudetto? Per adesso pensiamo alla Roma pubblicato il: 2017-10-12 da Liberato Ferrara

Koulibaly ha parlato col quotidano della capitale Il Messaggero alla vigilia della sfida coi giallorossi in programma sabato sera alle 20.45 all’Olimpico.
“La Roma è una grande squadra. Non sarà una partita facile. Non sarà una sfida tra me e Dezko, ma la sfida tra due squadre. Se non siamo squadra rischiamo di perdere, al contrario verrà più facile vincere. Io posso anche fermare Dzeko, poi fa gol un altro ed è finita”.
A Napoli c’è stato un patto per lo scudetto tra i calciatori
“Ci crediamo, mi hanno raccontato cosa vuol dire vincere a Napoli, ma ora voglio viverlo. Non so se siamo i più forti,  ma io mi diverto tanto a giocare in questo Napoli. L’esperienza migliore sotto questo aspetto. Adesso, però, non ci dobbiamo pensare. Conta battere la Roma adesso”.
L’avversaria per il Napoli e per tutti coloro che puntano al massimo traguardo è sempre la stessa: la Juve
“Ha una storia diversa, soldi. Compra grandi calciatori. Sarà un bel campionato”.
In Italia l’ha voluto Benitez. “ Benitez mi ha aiutato e alla fine non è andata malissimo. Certo, è stata dura, ma faceva parte di un percorso naturale, venivo da un campionato, quello belga, completamente diverso, un altro mondo.
Sarri mi ha riscoperto, mi ha dato fiducia. E’ davvero geniale. Vede cose che altri non vedono. Ti fa capire quanto nel calcio nulla può e deve essere imprevedibile. E’ uno studioso. Qualsiasi domanda tu gli faccia, lui ha sempre una risposta. Ed è sempre giusta. Ti aiuta a pensare come squadra e non come singolo. Quando è arrivato mi ha detto: se fai come ti dico, diventerai un giocatore importante. E io ci sto provando, ma so che posso ancora migliorare. Con Sarri il calcio è matematica, insomma”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento