Adl perde una barca di soldi e ora la squadra dovrà faticare come un ciuccio

Pubblicato il 6 dicembre 2017 alle 23:21 da Vincenzo Famiglietti
napoli
Adl perde una barca di soldi e ora la squadra dovrà faticare come un ciuccio pubblicato il: 2017-12-06 da Vincenzo Famiglietti

L’eliminazione della Chamapions League vale una trentina di milioni di euro in meno nel già gramo fatturato del Napoli della famiglia de Laurentiis. Il prestigio ha un colpo drammatico, perché lo Shaktar era una buona squadra ma non eccelsa, la si poteva superare alla lunga distanza. Il Napoli ha creduto poco, o meglio non ciecamente, nel proogetto Champions, messo quasi in secondo piano:  quest’anno ci si è concentrati tutti- in parte a ragion veduta e con discreta saggezza- sul progetto scudetto, (il famoso patto nello spogliatoio fra i calciatori azzurri di voler vincere il tricolore, ndr), ma ora gli infortuni, la ristrettezza dell’organico rimettono in discussione anche il cammino in Italia.

A gennaio serviranno almeno tre rinforzi, è banale ripetere con monotonia i ruoli (centravanti, esterno sinistro e una sorpresa da uova pasquale), per sperare in una risalita in campionato che è ripida come il Tourmalet, e in un’estenuante Europa League: si gioca il giovedì sera, se vai in trasferta torni a Napoli all’alba-o quasi di venerd’- la domenica sei in campo, ci vogliono due squadre pronte e di pari livello, ancor più della ex Coppa dei Campioni. Se qualcuno pensavav che l’Europa League fosse una passeggiata da amatori vorrà dire che ha capito poco del gioco del calcio:  è una manifestazione faticosa, logorante, con tempi di recupero molto brevi- a volte troppo- rispetto al campionato. Giusto per dirne uno: potrà per esempio il povero Mertens cantare e portare la croce giovedì e domenica.

E’ ora che Adl si passi la mano sulla coscienza, se ne ha una: fare mercato a gennaio non è un cinepanettone ma una necessità per non gettare al vento una stagione che vede una serie di componenti difficilmente ripetibili. Mai come quest’anno puoi lottare per lo scudetto, mai come quest’anno avevi un girone morbido in Champions. Diciamolo subito se non vinci nulla sarà stato un fallimento. Tutti sono avvisati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento