Onore a De Rossi, uomo prima ancora che calciatore

Pubblicato il 14 novembre 2017 alle 10:00 da Liberato Ferrara
de rossi
Onore a De Rossi, uomo prima ancora che calciatore pubblicato il: 2017-11-14 da Liberato Ferrara

Daniele De Rossi è il modello del calciatore che ogni tifoso sogna di avere in squadra. Magari avrà anche qualche eccesso agonistico in campo, ma il suo attaccamento alla maglia non è mai stato in discussione.
Qualche anno era arrivato a scadenza di contratto con la Roma, poteva andare ovunque, lo voleva il City, guadagnare una cifra importante. Restò, prendendo più o meno la metà.
C’è una scena che non dimenticherà mai: al San Paolo dopo una sfida con la Roma al momento di uscire a fine partita gliene dissero di tutti i colori. Lui alzò gli occhi verso la Curva e baciò lo stemma della sua squadra sulla maglia. Qualche tempo dopo sotto quella stessa curva uscì Strootman, e sputò verso i tifosi avversari.
Daniele De Rossi, con tutti i suoi difetti, è un vero uomo. E ieri sera ha dimostrato ancora una volta la sua serietà, la sua professionalità. Quando gli hanno detto di fare riscaldamento ha dato di matto, urlando che bisognava mettere Insigne, non lui (guarda il video) .
Grande uomo, grande professionista. Lo stesso che ebbe il coraggio di dedicare un gol ad un malavitoso che era stato appena ammazzato. Ma quell’uomo era il padre di sua moglie, il nonno di sua figlia. Non ebbe paura di dimostrargli affetto anche quando la cosa era politicamente sbagliata.
Grande Daniele De Rossi: la sua avventura con la nazionale italiana, che ha portato anche un mondiale in cui lui ventenne, dopo aver fatto un macello contro gli Usa, ebbe le palle di tirare un rigore in finale, si chiude con un gesto straordinario di attaccamento alla maglia. A differenza, forse, di quanto fatto da altri compagni di sVentura, che hanno preferito scendere loro in campo andando contro quelli che a detta di tutti gli osservatori erano gli interessi collettivi.
Daniele si è confermato uomo vero prima ancora che calciatore. Non avevamo dubbi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento