Comitato Campano: un partito, due candidati. Ma alla fine…

Pubblicato il 11 settembre 2017 alle 13:22 da Liberato Ferrara
comitato campano
Comitato Campano: un partito, due candidati. Ma alla fine… pubblicato il: 2017-09-11 da Liberato Ferrara

Il Comitato Campano calcio entro quest’anno solare avrà un presidente. Lo ha confermato Cosimo Sibilia, presidente della Lega nazionale dilettanti, oltre che Commissario Straordinario della Campania, nei giorni scorsi.
Il che vuol dire che il lavoro di pulizia ha fatto il suo corso. Il nuovo presidente avrà campo libero per portare avanti il suo progetto di calcio.
Sibilia ha detto due cose: si auspica unità di intenti, e non si schiererà in alcun modo. Non sarà lui a dare indicazioni di voto. Insomma il nuovo presidente non sarà scelto da lui, ma dalle società.
Cosa vuol dire?
Nulla di speciale. Nulla che Sibilia non era “obbligato” a dire. E’ ovvio che il presidente della Lega non può schierarsi con nessuno dei contendenti, ammesso che vi siano più contendenti. Come è altrettanto ovvio che il suo peso sarà decisivo. Non sarà Sibilia a scegliere il presidente, non darà indicazioni dirette a nessuna società. Ma…
Ma ci sono problemi interno al Comitato Campano? No, non c’è nessun “partito” avversario. Enzo Pastore è fuori da ogni gioco. Ha problemi vari, sicuramente con la Giustizia sportiva, visto che oltre alle varie squalifiche che gli sono piovute sul capo ha pendenti qualcosa come oltre 1200 illeciti sportivi. Pastore, ammesso che ancora si dibatta, non ha più consenso.
Il problema è trovare un giusto equilibrio più che tra le varie componenti, tra le varie persone che in questo momento sono all’interno della “nuova maggioranza”. Del resto capita sempre in tutti gli ambiti, non solo sportivi, della vita umana. Sin quando c’è un leader dichiarato, non ci sono problemi. Al momento in cui si deve discutere della successione possono sorgere problemi.
Al momento ci sono due candidati: l’attuale vice-commissario Salvatore Gagliano, che ha dato la sua disponibilità alla candidatura. Il che tradotto dal politichese sportivo significa che si candida. L’altro candidato è Massimo Costa, amico di vecchia data di Sibilia, furono eletti consiglieri insieme nel 1990: lui ha detto chiaramente di volersi candidare. Si andrà allo scontro?
Probabilmente no. Sibilia ha detto chiaramente che vorrebbe un candidato condiviso. Sarebbe oltremodo antipatico per lui se due suoi amici (Gagliano è stato nominato vice-commissario su sua indicazione, l’altro vice-Commissario della prima ora, l’avv. Giacomardo diciamo fu indicato dal vecchio presidente, anche se ne ha preso immediatamente le distanze dopo aver verificato l’effettiva situazione del Comitato) entrassero in battaglia. Per di più sia Gagliano che Costa sono politici nel senso senso vero della parola, nel senso che fanno politica. Anche loro sanno bene che non conviene lo scontro.
Inizialmente potrebbe anche essere utile partire divisi, in modo da oscurare del tutto l’eventuale ruolo di un terzo contendente alla presidenza del Comitato Campano (che al momento non si intravede, ma che certamente verrà fuori, Pastore non ha più armi a sua disposizione, ma l’idea di arrendersi non lo sfiora neanche, qualche “pasdaran” lo troverà), salvo poi trovare un accordo. E qui sta a Sibilia trovare il giusto equilibrio. Cosa che il vice-presidente vicario della Figc certamente farà. Sibilia sa bene che tutto quello che ha ottenuto in questi mesi in Figc (presidenza della LND, con voto unanime, vice-presidenza federale) l’ha ottenuto grazie al lavoro straordinario fatto in Campania. L’idea di una Campania spaccata sarebbe antipatica per lui per primo.

Diciamo che al momento c’è in seno al Comitato Campano un partito unico, con due candidati. Che poi diventerà un candidato solo. Marciare divisi per colpire uniti. Chi sarà alla fine il presidente? Difficile dirlo adesso. Anche perché alla fine potrebbe anche non essere nessuno dei due candidati attuali.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento