Bus Theater: a Napoli il il teatro itinerante

Pubblicato il 19 dicembre 2015 alle 8:18 da Susanna Esposito
Bus Theater: a Napoli il il teatro itinerante pubblicato il: 2016-09-14 da Susanna Esposito

A Napoli, dal 16 al 20 dicembre, sosta il Bus Theater: un teatro itinerante, nomade di casa e affetti per sposare la causa della diffusione della cultura del teatro.

Per amore della scena, dello spettacolo, di un palcoscenico ideale che non ha bisogno di sipari e nobilitazioni da decori dorati e poltrone: focalizza l’attenzione del pubblico sulla passione di chi indossa una maschera e inscena l’arte in un modo assolutamente atipico.

Il Bus Theatre è, infatti, un autobus a due piani che rifunzionalizza il ruolo di mezzo di trasporto: sposta e porta in viaggio lo spettacolo attraverso le strade e le piazze, cercando la gente, non la fama. Quando si ferma, temporaneamente mette le tende aprendosi su un lato in un connubio di perfezione dell’ingegneria e della fantasia. La fiancata diventa infatti, ribaltandosi, un vero e proprio palcoscenico che amplia il pubblico normalmente ristretto a una sala per 25 persone al secondo piano del mezzo.

“Per sua natura questo teatro viaggiante, è connotato dall’ibridazione e la commistione: il bus stesso è l’innesto fra cultura e meccanica, umanità arte e tecnica, antico e nuovo. E’ desiderio di attraversare luoghi, umanità e paesaggi, di sostare lasciando una traccia.
La strada è il nostro luogo d’elezione perchè é ibrida, babelica, imprevedibile, permeabile e onnicomprensiva, fonte continua di suggestioni, luogo delle diversità e dell’incontro”

Questa la descrizione che viene fornita dalla pagina facebook dell’evento di questo week-end, consultabile seguendo il link https://www.facebook.com/events/455515421298320/.

Il Bus Theatre sarà a Piazza Del Gesù Nuovo in occasione del programma natalizio di eventi promosso dal comune di Napoli con l’iniziativa MACADAM- Festa delle arti viaggianti: giorni di festa, di svago, di intrattenimento, musica dal vivo, concerti gospel, teatro di strada, danza, cortometraggi, per invitare la cittadinanza ad apprezzare il progetto e approcciarsi al nuovo che riesce a identificarsi, stavolta, con il bello.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone








Lascia un commento